Una ragazza dice di aver scoperto l'utilizzo dei bottoni sulle spalle delle giacche: ci avevate mai pensato? - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Una ragazza dice di aver scoperto l'utilizzo…
Sempre più persone in Svezia si fanno impiantare un chip nella mano: ecco a cosa serve Questo bar offre una poltrona e una tazza di tè gratis alle neomamme che devono allattare

Una ragazza dice di aver scoperto l'utilizzo dei bottoni sulle spalle delle giacche: ci avevate mai pensato?

12.184
Advertisement

Il web è un luogo magico, in cui anche la persona più comune e normale – nel senso più positivo del termine – può diventare star per un giorno. Di recente è capitato a Francesca, una ragazza britannica che ha diffuso su Twitter un post destinato a risvegliare le coscienze di moltissimi: la giovane ha affermato di aver scoperto – "finalmente" – l'utilizzo delle mostrine sulle giacche. Non si tratterà della scoperta del secolo, ma dovete ammettere che forse non ci avevate pensato mai neanche voi...

Probabilmente, molti pensano che le mostrine sulle giacche siano semplicemente un decoro sartoriale, ma non è così: quasi nulla è casuale o fine a se stesso quando si tratta di sartoria.

Nel caso delle mostrine sulle giacche, la ragazza che ha scritto il post divenuto virale afferma che servono per tenere ferma la borsa, impedendole di cadere dalla spalla. Curioso, vero? 

A confermare la tesi è qualche utente che ha rivelato che si tratta di un retaggio militare: nelle uniformi del soldati – sulle camicie, giacche e cappotti – le mostrine servivano proprio a consentire di portare più comodamente borsette portadocumenti o porta munizioni, armi e zaini, oltre a mostrare i gradi e le insegne del reggimento di appartenenza. 

Il post ha messo in luce il fatto che tantissime persone in tutto il mondo non si riuscivano a spiegare l'utilità delle mostrine con i bottoni sulle giacche – considerandole addirittura scomode quando si porta una borsa pesante, a causa dello schiacciamento del bottone sulla spalla –, e altre che neanche si erano mai posti il problema.

Il bello di internet è anche questo: venire a conoscenza di curiosità che da tempo crucciavano il cervello e di sentirsi uguali a tante altre persone con lo stesso dubbio, come a dire "Ehi, allora non sono il solo!".

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie