Un agricoltore trova un'apertura nel terreno e scopre un villaggio di 5000 anni fa - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un agricoltore trova un'apertura nel…
Tutti pensano si tratti di una piccola automobile, ma aspettate di guardare al suo interno La fiaba diventa realtà: lasciatevi incantare da questa casa immersa nel bosco

Un agricoltore trova un'apertura nel terreno e scopre un villaggio di 5000 anni fa

18 Aprile 2016 • di Marco Renzi
100.332
Advertisement

Come era successo per la città di Derinkuyu, scoperta casualmente da un uomo che aveva abbattuto i muri della sua casa per ristrutturarla, anche la città di cui vi parliamo oggi, Skara Brae, è stata trovata per caso, essendo rimasta sommersa per anni sotto sedimenti terrosi che ne celavano l'esistenza. Il suo ritrovamento è avvenuto per caso nel 1850, ad opera di un agricoltore scozzese che si trovava nella zona dopo una tempesta.

Nel 1850 una forte tempesta colpì le isole Orcadi, un arcipelago situato al Nord della Scozia, disseppellendo le costruzioni di un insediamento neolitico.

immagine: Flickr/Reading Tom

Il villaggio aveva più di 5000 anni ed era chiamato Skara Brae. Poiché era rimasto coperto per anni da sedimenti terrosi, le costruzioni erano in buono stato, il che ha permesso agli archeologi di scoprire numerose informazioni sulla vita dei suoi abitanti.

Advertisement
immagine: Wikipedia

Il sito è stato datato al 3100 a.C. e pare sia stato abitato fino al 2500 a.C., fino a quando gli abitanti furono costretti ad abbandonare il villaggio in gran fretta, presumibilmente per fuggire da una tempesta simile a quella che lo ha disseppellito nel 1850.

Il villaggio era abitato da non più di un centinaio di persone. Le case erano arredate in pietra e complete di letti, armadi, sedie e ripostigli. Un sofisticato sistema di drenaggio permetteva l'esistenza di una grezza forma di bagno.

immagine: Flickr/readingtom

Gli abitanti erano agricoltori e pescatori, oltre ad essere degli ottimi artigiani, in grado di lavorare ossa, pietre e di realizzare terrecotte finemente decorate.

Advertisement
immagine: Wikipedia

Skara Brae era un villaggio familiare, in cui le case erano tutte arredate nello stesso modo, il che lascia pensare che non vi fossero capi e che tutti vivessero in condizioni di uguaglianza.

In media le case misuravano 40 mq ed al centro presentavano un forno per cucinare e riscaldare. Sull'isola crescevano pochi alberi, perciò gli abitanti usavano i resti delle mareggiate e le ossa di balena, con l'aggiunta di zolle erbose, per costruire il tetto delle proprie abitazioni.

Advertisement
immagine: Flickr/jonlord

Il villaggio si affaccia su una bellissima spiaggia, la Bay of Skaill.

immagine: Wikipedia

Nel 1999 il sito, che se vi trovate in Scozia vi consigliamo di visitare, è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità.

Tags: CuriosiStoria
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie