Un piccolo orangotango continua ad abbracciare se stesso... Il motivo è straziante - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un piccolo orangotango continua ad abbracciare…
L'affascinante trasformazione di 4 sorelle fotografate ogni anno per 40 anni Un cane riesce inspiegabilmente a raggiungere l'ospedale in cui la padrona è ricoverata

Un piccolo orangotango continua ad abbracciare se stesso... Il motivo è straziante

01 Febbraio 2016 • di Marco Renzi
7.628
Advertisement

Una squadra di soccorso del Borneo, in Indonesia, ha portato in salvo un cucciolo di scimmia dai trafficanti del commercio illegale di animali tropicali: molte persone trovano affascinante tenere in casa e addomesticare animali selvaggi e tropicali, come coccodrilli, serpenti, scimmie e pappagalli prelevati dal loro ambiente.

Molto spesso le condizioni necessarie a mantenerli si fanno così complicate che chi li ha comprati li abbandona, causando seri problemi all'habitat naturale locale, e mettendo anche in pericolo la vita dell'animale stesso.

La notizia della scimmia salvata ha fatto il giro del mondo: il motivo vi farà sorridere... e un po' irritare.

Lui è Joss il piccolo orangotango, acquistato per 500.000 rupie, circa 33 euro, in un mercato di animali locale.

Lo ha acquistato il suo salvatore stesso, ignaro dell'illegalità di un acquisto simile. Dopo averlo tenuto un periodo in casa, e continuando a vederlo triste, si decise a portarlo al rifugio 'International Animal Rescue', in prima linea in casi di salvataggi del genere. 

La particolarità di Joss è che avvolge il suo corpo con le sue stesse braccia, quasi a rivolgere un abbraccio a se stesso: i veterinari hanno spiegato questo strano comportamento come conseguenza del prematuro distacco dalla madre. Si consola da solo, provando a darsi quell'affetto che non ha potuto ricevere. 

La vita di Joss, sebbene abbia pochi anni, è stata finora segnata da traumi indelebili. Probabilmente ha assistito all'uccisione della madre da parte dei cacciatori, che volevano prelevare il piccolo senza essere attaccati. Successivamente ha subito tutti i dolori di una vita nelle mani di chi non ha alcun interesse per la salute di un animale, ma solo del denaro che può ricavare da lui. 

Purtroppo il caso del piccolo orangotango non è isolato nel Borneo dove, oltre al commercio illegale, gli animali selvaggi stanno sperimentando le conseguenze di una brutale deforestazione e distruzione del loro habitat. 

Se è vero che questa è una notizia straziante, è pur vero che il suo buon fine dà una luce di speranza.

Oggi Joss segue un percorso di riabilitazione e riceve tutto il calore e l'affetto di veterinari preparati, che lo renderanno di nuovo un felice orangotango, come deve essere. 

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie