In Indonesia alcuni protestanti no-mask vengono costretti a scavare le fosse per le vittime del Covid-19 - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
In Indonesia alcuni protestanti no-mask…
Tra le nubi di Venere potrebbero esserci tracce di vita aliena: la sensazionale scoperta di un team di ricercatori 16 cibi proposti in un packaging in plastica inutile e dannoso per l'ambiente

In Indonesia alcuni protestanti no-mask vengono costretti a scavare le fosse per le vittime del Covid-19

16 Settembre 2020 • di Simone Fabriziani
5.641
Advertisement

Con lo scoppio della pandemia da Covid-19 in tutto il mondo, sono aumentati non soltanto i casi di infezione tra la popolazione mondiale, ma anche i casi di "ribellione" sociale legata alla confutazione delle teorie scientifiche e mediche vigenti e relative alla prevenzione da Coronavirus: stiamo parlando del fenomeno sempre crescente dei negazionisti e dei no-mask. Questi ribelli del sistema sociale però non hanno avuto vita lunga, almeno nell'isola di Giava, in Indonesia.

In Indonesia's Java, Punishment for Not Wearing Masks is Digging Graves for Covid-19 Victims Authorities instructed...

Pubblicato da Murugan Govindaswamy su Lunedì 14 settembre 2020
immagine: ZUMAPRESS.com

Nel distretto di Cerme, nell'est dell'isola di Giava, le autorità amministrative hanno deciso di assegnare un lavoro "punitivo" e di carattere sociale ed educativo a 8 negazionisti no-mask dell'area geografica; questi otto individui, divisi in quattro gruppi da due, dovranno aiutare a scavare le fosse per interrare le bare che contengono le vittime del Covid-19, che sta flagellando lo stato dell'Indonesia da mesi interi.

immagine: ZUMAPRESS.com

Secondo le autorità locali, negli ultimi tempi c'era carenza di becchini per le sepolture, quindi a Cerme hanno deciso di integrare il personale con 8 nuovi lavoratori; sono tutti facenti parte del fenomeno sociale dei no-mask e dei negazionisti del virus cinese: in questo modo "Si spera che questo possa creare un effetto deterrente contro le violazioni."

Advertisement
immagine: ZUMAPRESS.com

Certo, il lavoro per la sepoltura delle bare è molto duro, sia fisicamente che psicologicamente, ma l'Indonesia rimane purtroppo tra le nazioni asiatiche con il maggior numero di casi di positività al Covid-19, tant'è che dal 14 settembre 2020 la nazione ha posto un maggior numero di restrizioni sociali ed economiche.

Attività come bar e ristoranti saranno in funzione solo per consegne ed asporto, scuole, parchi, luoghi di ricreazione sono chiusi fino a data da destinarsi, mentre alcune delle attività lavorative essenziali (alimentare, finanziaria, edilizia) lavoreranno con rigidi protocolli sanitari e con il 50% in meno di dipendenti.

In Indonesia's Java, Punishment for Not Wearing Masks is Digging Graves for Covid-19 Victims Authorities instructed...

Pubblicato da Murugan Govindaswamy su Lunedì 14 settembre 2020
immagine: ZUMAPRESS.com

Una decisione, quelle delle autorità locali ad est di Giava, che sta facendo molto discutere il mondo intero, diviso se questa "punizione" sociale nei confronti dei no-mask sia educativa o semplicemente un sfoggio inutile di clamore mediatico.

A posteri, forse, l'ardua sentenza.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie