India: la popolazione delle tigri nel paese asiatico è quasi raddoppiata in 12 anni - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
India: la popolazione delle tigri nel…
Questo è l'aspetto originale di 8 spezie che usiamo spesso in cucina, prima di essere raccolte 12 tra gli scarabocchi più ironici e creativi che le persone hanno disegnato tra le pagine dei libri

India: la popolazione delle tigri nel paese asiatico è quasi raddoppiata in 12 anni

31 Luglio 2020 • di Simone Fabriziani
746
Advertisement

Nonostante il WWF stimi che ad oggi siano rimaste sul Pianeta Terra circa 3.900 tigri selvatiche e che questa straordinaria ed iconica specie sia ufficialmente in via di estinzione, una buona notizia arriva a partire dalle celebrazioni del Global Tiger Day, svoltosi ogni anno il 29 luglio. Per i festeggiamenti dell'anno 2020, si è celebrato con gioia e speranza un numero quasi miracoloso: in India, le tigri selvatiche sono raddoppiate in circa 12 anni.

via: India.com
immagine: Pikist

Nel 1973, l'India lanciò il Progetto Tiger con piani per tentare di raddoppiare la popolazione di tigri del paese entro il 2022. All'epoca, l'India ospitava solo nove riserve di tigri, coprendo 18.278 km quadrati in nove stati. All'anno 2020, ci sono 50 riserve di tigri sparse su un'area di 72.749 chilometri quadrati nel territorio asiatico, ma c'è di più.

L'All India Tiger Estimation Report, un rapporto annuale sullo stato di salute degli animali, ha rilevato la stima della popolazione delle tigri per il 2018-19 e ha riscontrato che il numero di tigri è più che raddoppiato in India tra il 2006 e il 2018, passando da 1.411 a 2.967. Questo rapporto ha inoltre aggiunto che ci sono 1.923 tigri all'interno delle riserve, che rappresentano il 65% della popolazione totale di tigri in India.

Un successo per la nazione asiatica che è stato celebrato da molte istituzioni, tra cui il ministro dell'ambiente indiano, con queste parole: " Nel 1973 c'erano solo nove riserve di tigri che ora sono aumentate a 50. È importante sapere che nessuna di queste riserve è di scarsa qualità. O sono buone o sono le migliori. Nonostante il vincolo numerico indiano che rappresenta il 2,5% della superficie globale, del 4% delle precipitazioni e del 16% della popolazione umana mondiale, l'India ospita l'8% della biodiversità mondiale, che comprende il 70% della popolazione mondiale di tigri."

Un traguardo di salvaguardia di questi meravigliosi felini che adesso sta coinvolgendo attivamente, attraverso il Tiger Project, paesi come il Bangladesh, il Bhutan, la Cambogia, la Cina, l'ndonesia, il Laos, la Malesia, Myanmar, il Nepal, la Russia, la Thailandia e il Vietnam.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie