Francia: alcuni motociclisti distruggono uova e nidi di uccelli dopo un "rodeo" notturno sulla spiaggia - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Francia: alcuni motociclisti distruggono…
16 attori che hanno radicalmente trasformato il loro aspetto per interpretare alcuni personaggi Kitzia, la gattina dall'espressione imbronciata che ha già conquistato il mondo intero

Francia: alcuni motociclisti distruggono uova e nidi di uccelli dopo un "rodeo" notturno sulla spiaggia

04 Giugno 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.354
Advertisement

Ci sono episodi che non vorremmo mai leggere né raccontare e che invece, in alcuni periodi, sembrano concentrarsi particolarmente, portando distruzione e dolore a tante creature innocenti. I responsabili, come spesso accade, siamo proprio noi umani. O meglio: sono persone che di umano hanno ben poco, viste la noncuranza, la violenza e la crudeltà delle loro azioni.

Questa volta ci troviamo nel sud della Francia, per la precisione sulla spiaggia di Sérignan. Qui, nella Riserva Naturale di Orpellières, vivono e nidificano diverse specie protette di uccelli marini, tra cui le Sterne nane e i Corrieri piccoli (Charadrius dubius). È proprio a loro che alcuni delinquenti - non potremmo che definirli così - hanno arrecato danni e morte.

Un vero e proprio "rodeo" notturno con motociclette proprio dove moltissimi cartelli, sulla spiaggia, indicavano chiaramente l'accesso vietato. Un'azione folle e sconsiderata che ha portato alla distruzione di vari nidi di uccelli, costruiti proprio sul litorale dagli animali che avevano approfittato della prolungata assenza umana dovuta al lockdown per Coronavirus.

È bastato riacquistare un briciolo di normalità, tuttavia, per ricominciare anche ad assistere a scempi del genere ai danni di una natura, ignara, innocente e da proteggere. I segni degli pneumatici lasciati sulla sabbia a Sérignan parlano chiaro: i motociclisti hanno girato liberamente e in maniera del tutto illegale sull'area costiera protetta, infischiandosene della presenza dei nidi.

La denuncia è arrivata dalla pagina Facebook dell'Associazione Orpellières, che si occupa di tutelare questa zona costiera affascinante e delicata. Purtroppo, a poco sono serviti i segnali di pericolo e i divieti: le uova deposte nella sabbia e i nidi sono stati distrutti dal passaggio delle moto, in un luogo in cui occorreva la massima attenzione.

Advertisement

Uno spettacolo macabro e crudele, frutto del più alto menefreghismo e disprezzo per le regole. Non resta che augurarsi che gli autori di questo scempio possano essere presto assicurati alla giustizia. Per loro, le pene rischiano di essere molto severe, dato che rischiano fino a 3 anni di carcere, oltre a sanzioni che possono raggiungere i 150.000 euro.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie