Coronavirus: un farmaco giapponese sembrerebbe più efficace di altri nel trattamento dei sintomi - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Coronavirus: un farmaco giapponese sembrerebbe…
Si stima che in Cina le misure di quarantena abbiano evitato la morte di 77mila persone a causa dell'inquinamento In Spagna la polizia utilizza i droni per

Coronavirus: un farmaco giapponese sembrerebbe più efficace di altri nel trattamento dei sintomi

19 Marzo 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
5.129
Advertisement

Sebbene al momento non esistano né vaccini né cure ufficiali specificamente adatte contro il Coronavirus, non manca qualche notizia confortante su farmaci che si sono rivelati più efficaci di altri per trattare o limitare i sintomi del virus che sta contagiando migliaia di persone in tutto il mondo.

Uno fra questi è il Favipiravir, un antinfluenzale su cui sono intervenuti diversi esperti medici cinesi, confermando che i pazienti affetti da Covid-19 trattati con questo farmaco giapponese hanno mostrato miglioramenti più rapidi rispetto a quelli su cui invece non è stato utilizzato.

via: Forbes
immagine: Pixabay

Influenza, febbre gialla e altri ceppi di virus sono le patologie contro cui questo principio attivo si è mostrato efficace. Somministrato ai pazienti colpiti dal Coronavirus nelle zone da cui, a dicembre 2019, è iniziata la diffusione della pandemia globale, non ha mostrato evidenti effetti collaterali ma si è rivelato piuttosto efficace a far recuperare loro le piene funzioni polmonari, specie nei malati con sintomi lievi.

Tutto questo è stato riferito dai media e dalle autorità scientifiche cinesi, ma è ovviamente da prendere con le dovute precauzioni, tenendo presente che devono ancora essere condotti studi specifici sulla reale efficacia di questo farmaco. L'ospedale Chaoyang di Pechino, a questo proposito, ha intenzione di intraprendere ricerche volte a capire con certezza se questa medicina possa davvero giocare un ruolo importante nella lotta al Coronavirus.

immagine: Pxhere

Nel frattempo, la Fujifilm Toyama Chemical, branca medica del colosso giapponese conosciuto per i suoi prodotti di elettronica, sta facendo registrare notevoli profitti sui mercati azionari, dato che produce l'Avigan, medicinale che contiene proprio il principio attivo Favipiravir.

Se questo farmaco dovesse rivelarsi effettivamente più efficace di altri nel trattamento dei sintomi legati al Sars-CoV-2, le autorità cinesi e le aziende farmaceutiche coinvolte nella sua produzione - tra cui appunto la Fujifilm - si sono dette pronte a implementarne lo sviluppo, per fare in modo che possa arrivare quanto più rapidamente al maggior numero di pazienti.

Advertisement
immagine: Pixnio

Non resta che rimanere fiduciosi nella scienza e nel duro lavoro che i ricercatori di tutto il mondo, da quando il Coronavirus ha fatto la sua comparsa a Wuhan, stanno portando avanti per dare a tutti risposte e soluzioni a un'emergenza senza precedenti.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie