In Spagna la polizia utilizza i droni per "rimproverare" le persone in strada durante la quarantena - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
In Spagna la polizia utilizza i droni…
Coronavirus: un farmaco giapponese sembrerebbe più efficace di altri nel trattamento dei sintomi Covid-19, l'inquinamento dell'aria può agevolare la diffusione del virus: lo confermano gli studi

In Spagna la polizia utilizza i droni per "rimproverare" le persone in strada durante la quarantena

19 Marzo 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.171
Advertisement

In Spagna, così come in altri Paesi d'Europa e del mondo, l'aumento esponenziale dei contagi da Coronavirus è ormai, purtroppo, una realtà con cui fare i conti quotidianamente. Questo significa che, come molte persone stanno sperimentando in prima persona, occorre rispettare le regole e le misure restrittive volte proprio a limitare la pandemia per quanto possibile. 

Rimanere in casa è una delle prime cose utili, se non la più utile. Anche in Spagna, così come in Cina e in Italia, le autorità stanno eseguendo controlli a tappeto, con sanzioni e denunce per punire chi esce senza motivi seri. Un filmato diffuso dall'emittente inglese BBC ha mostrato che, per farlo, la polizia del Paese iberico ha deciso di fare ricorso a sistemi e strumenti decisamente inconsueti.

via: BBC

Chi proprio non riesce a rinunciare, nemmeno in tempi di pandemia e quarantena, a una passeggiata al parco o a un'uscita, in Spagna viene "rimproverato"... dal cielo. Proprio così: tramite l'impiego di droni, la polizia spagnola ha voluto cogliere sul fatto i trasgressori alle norme restrittive che passeggiavano in strada o nei giardini pubblici.

immagine: BBCWorld/Twitter

Con gli agenti in auto che parlano alla radio e il loro audio diffuso proprio dai droni, per le strade di Madrid si è venuta a creare un'atmosfera a dir poco particolare, quasi da racconto distopico. Il messaggio è sempre quello, ripetuto anche dai media nei Paesi colpiti dal Covid-19: "restate a casa" o "tornate a casa".

Advertisement
immagine: BBCWorld/Twitter

Sebbene le persone che camminavano in strada siano rimaste un po' incredule sentendo e vedendo i droni della polizia, le restrizioni agli spostamenti sembrano, in questa fase, la migliore via per cercare di limitare i danni e far sì che le cose non peggiorino ulteriormente, in un momento di pandemia senza precedenti.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie