Per i 40 anni del re, il premier del Bhutan chiede a tutti di piantare un albero e adottare un cane randagio - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Per i 40 anni del re, il premier del…
StadiumPod: le tende anti-pioggia che possono garantire In Galles, le tempeste fanno riemergere dalla sabbia un'antichissima foresta fossile

Per i 40 anni del re, il premier del Bhutan chiede a tutti di piantare un albero e adottare un cane randagio

05 Marzo 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.176
Advertisement

Quella del 21 febbraio è una data importante per il Bhutan. Nel piccolo Stato asiatico che si trova sulla catena dell'Himalaya, infatti, si festeggia il compleanno del giovane re Wangchuck, che dal 2006 è la massima carica del Paese. Ancora oggi, sono diverse le monarchie nel mondo in cui il compleanno dei regnanti è considerato un giorno di festa, e il Bhutan non è da meno. A febbraio 2020 Wangchuck ha compiuto 40 anni, un'età che segna un importante punto di svolta per ognuno. Per festeggiarla, ha deciso di chiedere ai suoi concittadini dei "regali" davvero utili e particolari.

via: MalayMail

La speciale richiesta è stata fatta dal Primo ministro Lotay Tshering, che ha annunciato alla nazione l'avvio di nuovi programmi per rilanciare settori come economia, istruzione, salute e tecnologia. Insieme a queste notizie "di routine", però, il re ha pensato bene di sensibilizzare i cittadini a impegnarsi in qualcos'altro.

Ripulire i rifiuti del quartiere, adottare un cane randagio o piantare un albero: questi gesti, per il sovrano, sono i regali più belli che i bhutanesi possono dedicargli. Per quanto riguarda il problema del randagismo, infatti, nel Paese sono già stati avviati provvedimenti per contenere il problema, tramite una strategia d'azione nazionale.

Dare una mano a ripulire i luoghi in cui si vive dai rifiuti e piantare alberi sono altre azioni decisamente significative, che possono, con un contributo di tutti, migliorare la qualità della vita di un intero Paese e, allo stesso tempo, far bene all'ambiente

Sia il Primo ministro che il re del Bhutan, dunque, hanno colto l'occasione per spronare i loro concittadini a muoversi in prima persona per affrontare problemi ben precisi. Nessun regalo stravagante e nessun eccesso, ma azioni concrete: questo ci sembra lo spirito giusto per festeggiare un compleanno!

Advertisement
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie