9 segnali che il corpo può inviare per indicare una carenza di vitamina C - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
9 segnali che il corpo può inviare…
Arrivano sul mercato le calze che riproducono le zampe dei nostri animali preferiti Queste 2 gattine di razza Blu di Russia incantano tutti con i loro occhi verdi e il pelo argentato

9 segnali che il corpo può inviare per indicare una carenza di vitamina C

19 Gennaio 2020 • di Marco Renzi
3.933
Advertisement

La vitamina C, o acido ascorbico, è un nutriente fondamentale per l'organismo, coinvolto nella crescita, nello sviluppo e nella riparazione di tutti i tipi di tessuti. Dalla formazione del collagene, alla buona salute di cartilagine, ossa e denti, la vitamina C si rivela necessaria in moltissime funzioni dell'organismo. Sebbene una carenza grave sia relativamente rara (è più frequente nelle zone del mondo in cui l'alimentazione è poverissima), di seguito vi elenchiamo alcuni campanelli d'allarme che possono indicare una mancanza: in tal caso è bene ricorrere a cibi ad alto contenuto di vitamina C o ad integratori (che comunque vanno sempre assunti su consiglio di un medico).

  • 1. Pelle ruvida ed irregolare: possono comparire delle piccole bollicine simili all'acne sulle braccia, sulle cosce e sui glutei.
  • 2. Arrossamento dei follicoli dei capelli: i follicoli contengono molti capillari che a causa della carenza di vitamina C possono indebolirsi e rompersi.
  • 3. Lividi: sempre a causa dell'indebolimento dei vasi sanguigni, in presenza di una carenza i lividi si formano con grande facilità.
  • 4. Articolazioni doloranti: la carenza di vitamina C può indebolire le articolazioni, con conseguente gonfiore e dolore anche acuto.
  • 5. Anemia da carenza di ferro: la vitamina facilita l'assorbimento del ferro, perciò la sua mancanza può provocarne l'abbassamento soprattutto nei soggetti predisposti.
  • 6. Unghie di aspetto anomalo: le unghie possono arcuarsi in maniera anormale e presentare linee o punti rossastri.

 

Advertisement
immagine: pxhere
  • 7. Fatica e umore negativo: sono sintomi comuni della carenza, ma anche tra i primi a risolversi quando si aumenta l'assunzione.
  • 8. Peli del corpo di forma anomala: essi possono crescere piegati o magari con forma arricciata, ma sono difficili da notare perché spesso cadono a causa della loro debolezza.
  • 9. Ferite a lenta guarigione: quando la carenza di vitamina C è molto prolungata e grave, le ferite iniziano a guarire molto più lentamente.

Vi ricordiamo ovviamente che questi sintomi non possono essere sufficienti a fare una diagnosi, per la quale dovreste sempre consultare un medico. In ogni caso una buona norma è mantenere regolare l'assunzione di cibi ad alto contenuto di vitamina C, come ad esempio guava, kiwi, limone, arancia, fragole, broccoli, ananas o prezzemolo.

Tags: CiboSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie