Addio a Lewis, il koala salvato dalle fiamme non ce l'ha fatta: le ustioni erano troppo estese - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Addio a Lewis, il koala salvato dalle…
Alzheimer: i ricercatori scoprono la molecola che blocca i sintomi iniziali della malattia Regali, sbadigli e piccoli dispetti: 9 modi in cui i nostri cani cercano di dirci qualcosa

Addio a Lewis, il koala salvato dalle fiamme non ce l'ha fatta: le ustioni erano troppo estese

10.173
Advertisement

Sicuramente vi sarà capitato di apprendere in questi giorni la notizia di un koala salvato dalle fiamme da un'eroina di nome Toni Doherty nel Nuovo Galles del Sud (Australia). In tutto il mondo il filmato è stato visto e condiviso migliaia di volte, e in molti avevano dato per scontato che il salvataggio in extremis avrebbe permesso di risparmiare una vita innocente. Purtroppo però, come si apprende dal profilo ufficiale dell'ospedale di Port Macquarie che lo aveva in cura, la guarigione non è andata come previsto.

I veterinari hanno fatto di tutto per far guarire le ustioni che il povero animale, ribattezzato Lewis, aveva riportato, ma tutti i loro sforzi non sono stati sufficienti perché le ferite erano troppo estese. Come avevano già avuto modo di precisare, le ferite da ustione "possono facilmente peggiorare prima di iniziare a migliorare". E così è stato anche per Lewis: la situazione è peggiorata e il dolore è aumentato di pari passo.

Per questo i veterinari, con immenso dolore, hanno preso la decisione di addormentarlo, per risparmiargli ulteriori ed inutili sofferenze.

immagine: TheTodayShow
Tags: AnimaliAustralia
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie