La regina Elisabetta non comprerà più pellicce vere: lo conferma Buckingham Palace - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La regina Elisabetta non comprerà più…
La nazionale tedesca non giocherà più nei Paesi in cui le donne sono discriminate e non possono andare allo stadio Grazie ad un paroliere elettronico questo cane ha imparato a comunicare con la padrona come un bambino di 2 anni

La regina Elisabetta non comprerà più pellicce vere: lo conferma Buckingham Palace

1.278
Advertisement

Niente più pellicce realizzate a discapito degli animali per Elisabetta II, regina da record della Gran Bretagna; la sovrana inglese non indosserà più capi realizzati con qualsiasi inserto di pelliccia, ma solo capi di abbigliamento sintetici ed ecologici. Lo annuncia Angela Kelly, la designer ufficiale della regina d'Inghilterra ormai 93enne nel suo libro autobiografico The Other Side of the Coin: The Queen, the Dresser and the Wardrobe.

immagine: Unknown/Wikimedia

Nel libro della Kelly, la designer di Elisabetta II precisa e specifica sulla svolta ecologista di Buckingham Palace: la sovrana non indosserà più pelliccia vera per i suoi nuovi indumenti, mentre continuerà invece ad utilizzare il tradizionale mantello di ermellino per le interrogazioni e gli interventi in Parlamento, così come per le occasioni ufficiali.

Mal comune mezzo gaudio quindi per la regina più longeva della storia occidentale, che in passato era stata più di una volta duramente criticata dalle associazioni animaliste di tutto il mondo; ma oggi, c'è chi comunque applaude per la decisione della sovrana, apprezzando in ogni caso la svolta, seppur tarda, green ed eco-sostenibile.

Ad applaudire la decisione della Casa Reale è anche Humane Society International e PETA; quest'ultima ha dichiarato"Stiamo alzando un bicchiere di gin e Dubonnet per la compassionevole decisione della Regina di liberarsi della pelliccia. Nel 2019, nessuno può giustificare la sottomissione degli animali all’angoscia di essere ingabbiati a vita o catturati in trappole d’acciaio, fulminati e pelati per articoli di pellicce tossiche."

Una decisione da parte della Royal Family che, pur se ancora discutibile, è il segno tangibile ed ulteriore che il Regno Unito si conferma ancora come il primo paese al mondo a vietare di animali da pelliccia per ragioni etiche, anche se continua ad importare pellicce da paesi come la Finlandia, la Polonia e la Cina. Ma è anche vero che si dice chi tardi inizia....

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie