Dimenticarsi facilmente le cose può indicare che il cervello funziona bene: lo confermano gli studi - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Dimenticarsi facilmente le cose può…
Queste curiose case-giardino in Danimarca sono progettate per favorire il relax e l'interazione sociale 11 letti dallo stile originale che vi faranno addormentare sereni, oppure dormire agitati

Dimenticarsi facilmente le cose può indicare che il cervello funziona bene: lo confermano gli studi

4.119
Advertisement

"La memoria è l'intelligenza degli idioti", diceva Albert Einstein. Probabilmente, mentre pronunciava questa frase, il grande fisico tedesco aveva in mente le parole di un altro tedesco, il filosofo Friedrich Nietzsche, il quale sosteneva che "per vivere ci vuole oblio".

Entrambi intendevano dire che la memoria è un'arma a doppio taglio: uno strumento che ci permette di tenere a mente cosa ci è utile, ma anche qualcosa che blocca e ci costringe a ripetere sempre le stesse azioni. La scienza ha scoperto che i due geni citati avevano ragione.

via: Neuron
immagine: Lee Health/Vimeo

Paul Frankland e Blake Richards, ricercatori dell'Università di Toronto, hanno pubblicato uno studio sulla rivista Neuron, secondo cui per il benessere della nostra memoria è tanto importante dimenticare quanto lo è ricordare. I due sono giunti alla conclusione che una buona memoria è un meccanismo sia di fissazione che di perdita dei ricordi.

Le loro ricerche hanno preso in considerazione molti studi teorici, ma non si sono limitati a essi. Mettendo a punto un esperimento pratico in cui i topi dovevano trovare l'uscita di un labirinto, i ricercatori hanno scoperto che gli animali ai quali venivano iniettati farmaci capaci di cancellare i ricordi trovavano più facilmente l'uscita dai nuovi labirinti.

immagine: zenilorac/Flickr

Le ricerche di Frankland e Richards non sono nuove. Già nel 2007  i ricercatori dell'Università dell'Oregon avevano utilizzato la risonanza magnetica per monitorare il cervello di 20 adulti sani mentre eseguivano un semplice test di memoria. In quell'occasione Michael Anderson, il coordinatore dello studio, dichiarò che la dimenticanza ha uno scopo funzionale.

In parole semplici, dimenticare ciò che è ormai obsoleto e ininfluente – come vecchie password o chi ha vinto l'ultimo trofeo in uno sport che non ci interessa – rappresenta il modo migliore per poter prendere la decisione giusta. Secondo i ricercatori, ricordare tutto appesantirebbe la nostra vita fino a rendere quasi impossibile ogni attività.

Insomma, se avete dimenticato dove sono le chiavi di casa o cosa avete mangiato a cena, non preoccupatevi: il vostro cervello sta solo selezionando cosa è importante ricordare, mentre aspettate che qualcuno rientri a casa e vi apra la porta...

Tags: ScienzaCuriosi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie