Mandare a casa i lavoratori se le temperature superano i 30 C°: la proposta dei sindacati britannici sta facendo discutere - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Mandare a casa i lavoratori se le temperature…
In Islanda è stata installata una targa per ricordare il primo ghiacciaio I bambini che giocano con fango e sabbia cresceranno più sani e forti: lo confermano gli studi

Mandare a casa i lavoratori se le temperature superano i 30 C°: la proposta dei sindacati britannici sta facendo discutere

4.806
Advertisement

L'estate 2019 verrà ricordata come una delle più calde gli ultimi decenni. Le alte temperature, ben al di sopra delle medie stagionali un po in tutto il mondo, hanno fatto correre ai ripari molte delle maggiori nazioni del globo per cercare di alleviare le mansioni quotidiane, veramente difficili da portare avanti con un clima così poco favorevole per il nostro organismo. Una soluzione geniale è venuta in soccorso alla Trade Union britannica, e sta già facendo positivamente discutere tutto il mondo.

immagine: Geograph UK

La Trade Union inglese (il Congresso dei Sindacati) sta difatti iniziando una campagna a favore dell'astensione giustificata dal posto di lavoro se la temperatura durante il giorno sul posto di lavoro dovesse essere pari o superiore ai 30 gradi centigradi, soprattutto per quanto concerne i lavori manuali, quelli più complicati da mandare avanti con climi sfavorevoli e spossanti. Al momento, perlomeno nel Regno Unito, non esiste una temperatura massima o minima considerata legale da mantenere all'intero dei posti di lavoro, ma il Ministero inglese della Saute e della Sicurezza ha diramato un elenco di misure che i capi di ufficio dovrebbero seguire in caso i dipendenti soffrano le temperature alte all'interno degli uffici:

  • Consentire un lavoro flessibile: dare al personale la possibilità di entrare prima o di rimanere dopo consentirà loro di evitare le condizioni spiacevoli dell'ora di punta, solitamente la più calda. I capi potranno anche lasciare che il personale lavori da casa, ove possibile.
  • Mantenere i luoghi di lavoro freschi: i luoghi di lavoro possono essere mantenuti più freschi e più sopportabili adottando semplici passaggi, come avere finestre apribili, utilizzare i ventilatori, allontanare il personale da finestre o fonti di calore e installare ventilazione o raffreddamento ad aria.
  • Rendere i codici di abbigliamento sul posto di lavoro più flessibili: incoraggiare il personale a lavorare con un abbigliamento più casual del normale - lasciando invece giacche e cravatte e indossando abiti leggeri - li aiuterà a mantenere la calma.
  • Mantenere il personale a proprio agio: consentire al personale di fare pause frequenti e avere una fornitura pronta di bevande fredde contribuirà a mantenere i lavoratori freschi.
  • Parlare e ascoltare il proprio personale: lo stesso personale avrà le proprie idee su come affrontare al meglio l'eccessivo calore. La loro opinione conterà moltissimo sul risultato finale.

Insomma, in Gran Bretagna almeno si combatte la temperatura record dell'estate 2019 con misure e contro-misure che tutelino legalmente orari e abitudini di lavoro in maniera ragionevole. A quando nel resto del mondo?

Source:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie