Il Giappone ha trasformato 80mila tonnellate di vecchi cellulari in medaglie per le Olimpiadi di Tokyo 2020 - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il Giappone ha trasformato 80mila tonnellate…
8 cose che puoi fare immediatamente se una persona sta avendo un attacco di panico Disastro ambientale nell'Artico: incendi indomabili devastano oltre 800 mila ettari di foreste

Il Giappone ha trasformato 80mila tonnellate di vecchi cellulari in medaglie per le Olimpiadi di Tokyo 2020

26 Luglio 2019 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.874
Advertisement

Una trovata davvero particolare, quella che stanno mettendo in pratica, in Giappone, gli organizzatori delle olimpiadi e paralimpiadi di Tokyo 2020.

Nel pieno rispetto dell'efficienza nipponica, le medaglie sono già in fase di realizzazione. Per farle, però, i giapponesi non si stanno affidando semplicemente a orafi ed esperti artigiani, ma hanno pensato bene di utilizzare un'inconsueta fonte di metalli preziosi: vecchi telefoni e dispositivi elettronici in disuso.

via: BBC Sport
immagine: Tokyo2020.org

Proprio così: per realizzare le ambite medaglie d'oro, argento e bronzo da donare agli atleti di tutto il mondo, in due anni gli organizzatori di Tokyo 2020 hanno smantellato circa 80mila tonnellate di telefoni cellulari e altri gadget con circuiti elettronici. Dal loro interno, infatti, si possono recuperare grandi quantità di metalli preziosi

32 chili d'oro, 3500 d'argento e 2200 di bronzo sono le cifre raggiunte nei due anni in cui è stato messo in atto il Tokyo Medal Project, iniziativa che ha visto la partecipazione di moltissime persone, le quali hanno donato i loro vecchi dispositivi inutilizzati tra aprile 2017 e marzo 2019.

Il progetto ha visto coinvolti gli abitanti di oltre 1600 municipalità in tutto il Giappone, e mira a dare una nuova vita all'elettronica di consumo divenuta obsoleta e che, mai come oggi, viene vista sempre più in un'ottica "usa e getta" rispetto al passato. 

Così, la fusione e la raffinazione dei metalli preziosi estratti da più di 6 milioni di cellulari - e non solo - hanno permesso di arrivare ad avere abbastanza materiale per produrre circa 5000 medaglie olimpiche e paralimpiche. 

Certo, pensare che un oggetto ambito e prezioso come una medaglia derivi da qualcosa di vecchio e desueto può essere un po' strano, ma si tratta pur sempre di oro, argento e bronzo, e in fondo una medaglia è una medaglia. A ciò poi va aggiunta la grande sensibilizzazione che il Tokyo Medal Project ha messo in pratica sulla necessità di ripensare tutto ciò che ci circonda in chiave green e amica dell'ambiente.

Tags: GiapponeCuriosiGreen
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie