Addio alle buche in strada? Con il primo asfalto italiano al grafene e plastica riciclata ora è possibile - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Addio alle buche in strada? Con il primo…
Due ospedali norvegesi hanno creato dei reparti immersi nei boschi per aiutare la guarigione dei bambini 18 foto di cani lupo che vi faranno venire subito voglia di stringerne uno tra le braccia

Addio alle buche in strada? Con il primo asfalto italiano al grafene e plastica riciclata ora è possibile

49.027
Advertisement

Addio alle buche sulle strade? Quante volte viaggiando con la nostra automobile abbiamo inveito contro le enormi aperture che si formano sull'asfalto dopo giornate di pioggia o tempo accidentato? Ora, una nuova tecnologia tutta italiana progettata da Iterchimica con Directa Plus potrebbe risolvere il problema dell'asfalto precario.

La sperimentazione ha previsto l'uso della prima strada al grafene e plastica riciclata, un'iniziativa inoltre tutta virata all'eco-sostenibilità.

 

via: Roma Zon
immagine: roma.zon.it

Già sperimentata in laboratorio, la prima strada al grafene e plastica riciclata ha riguardato un chilometro intero del tratto di strada provinciale dell'Ardeatina, nel comune di Roma, dove per la prima volta al mondo la Iterchimica ha installato Ecopave, un additivo dell'asfalto al grafene che rende il materiale della strada molto più resistente; un vero e proprio asfalto riciclabile  la cui resistenza su strada è pari al 250% in più rispetto a quello fresato. Ma non finisce qui.

L'uso dell'asfalto riciclabile prevederebbe anche il riutilizzo del 40% di quello fresato che apparteneva alla precedente pavimentazione, un metodo inedito per evitare poi il processo chimico di smaltimento.

immagine: Facebook

Dal punto di vista dell'ambiente, la sperimentazione dell'asfalto al grafene riciclabile potrebbe permettere il completo riuso delle strade progettate dalle imprese italiane al 100%, riducendo così l'estrazione di nuovi materiali e diminuendo addirittura la manutenzione.

Il brevetto del progetto eco-sostenibile tutto nostrano è stato depositato nel novembre del 2017, ma il progetto avrà la durata di tre anni; se dunque i primi risultati del test applicato sulla strada provinciale Ardeatina sono da tenere a modello, l'iniziativa tutta italiana di Iterchimica e Directa Plus potrebbe essere l'inizio del lungo addio alle buche sulle strade, annoso problema dell'asfalto delle strade della capitale italiana.

Source:

Tags: TecnologiaItaliaGreen
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie