L'antica tradizione danese delle case con i tetti di alghe: le immagini sembrano uscite da una fiaba - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
L'antica tradizione danese delle case…
5 gesti In Cina è stato costruito il più grande impianto fotovoltaico galleggiante del mondo: ecco tutti i suoi vantaggi

L'antica tradizione danese delle case con i tetti di alghe: le immagini sembrano uscite da una fiaba

2.242
Advertisement

Ci credereste mai se vi dicessimo che nel nord Europa esistono delle case ricoperte di alghe perfettamente conservate sin dal XVII secolo? No, non sono edifici che appartengono alla sfrenata fantasia di un racconto, bensì delle soluzioni abitative che esistono in Danimarca da centinaia di anni.

Queste particolari case sono ancora visibili sull'isola del villaggio di Læsø, a largo della costa della Danimarca, e non indovinerete mai perché sono state costruite in questo modo!

via: VisitLaeso

Læsø divenne famosa nel Medioevo per la sua florida industria del sale, possibile grazie all'ampia marea salmastra dell'isola e ai prati salati naturali. Sull'isola furono difatti costruiti numerosi forni che richiedevano un rifornimento costante di combustibile per raffinare il sale.

Praticamente l'intera isola di Læsø è stata trasformata in produzione di sale, tant'è che le acque sotterranee possono ancora contenere più del 15% di sale, concentrato nelle saline naturali durante le estati calde e secche. Il combustibile usato per affinare il sale era fornito dalla quantità limitata di boschi sull'isola che in seguito divenne non disponibile poiché la maggior parte degli alberi era stata abbattuta. In assenza di legna sufficiente, crollò l'industria del sale dell'isola danese e il villaggio divenne progressivamente vulnerabile ai venti del mare e al sale.

L'aria carica di sale ha avuto un effetto diretto sulla crescita di piante ed erbe e con praticamente nessun nuovo legname per costruire le loro case, gli isolani costruirono le loro case dai legni con i tetti fatti di zostera marina, una particolare pianta acquatica. Queste piante che crescono abbondantemente nel mare che circonda l'isola di Læsø hanno lunghe foglie verdi sotto forma di nastri, hanno circa un centimetro di larghezza e circa due metri di lunghezza; una volta realizzati, questi tetti di alghe ,che sono una caratteristica unica dell'isola di Læsø , sono sospesi sulle pareti e danno l'impressione che la casa stia indossando un enorme mantello!

Un tetto di alghe appena fatto non è impermeabile, ma l'acqua non è in grado di penetrare nell'edificio a causa del suo spessore; meno di 12 mesi dopo averlo prodotto, il tetto diventa grigio argenteo, si solidifica e diventa impermeabile man mano che le piante crescono sul tetto di paglia. La massa diventa solida nel tempo man mano che il tetto invecchia così che queste case hanno l'aspetto finale così particolare.

Advertisement

Queste alghe sono state attaccate da una malattia negli anni '30 che ha reso molto difficile mantenere i tetti e ciò  ha segnato l'inizio della fine di questo tipo di coperture sull'isola. Per questo motivo nel 2009 è stato istituito un progetto per garantire che le case alghe dell'isola di Læsø non si estinguano. Ad oggi, delle circa 250 case di alghe danesi ne sopravvivono soltanto 19.

immagine: TrineBM/Wikimedia

E voi, vivreste in una casa completamente ricoperta di piante acquatiche immersi nella straordinaria natura del nord Europa?

Source: 

Tags: CuriosiDesign
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie