Barumini, il castello più antico dell'Occidente si trova in Sardegna - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Barumini, il castello più antico dell'Occidente…
Lotta all'inquinamento ambientale: stop alle bottiglie di plastica nelle università italiane 6 simboli del riciclo che hai visto ovunque ma di cui forse ignori il significato: li conosci tutti?

Barumini, il castello più antico dell'Occidente si trova in Sardegna

3.922
Advertisement

La regione della Sardegna è nota in tutta Italia per le straordinarie bellezza naturalistiche e per le incomparabili spiagge cristalline, ma i tesori che custodisce l'entroterra dell'isola italiana sono una scoperta inedita e sorprendente.

Nel comune di Barumini, nella provincia di Cagliari e nel cuore della regione storica della Marmilla, si trova quello che è stato considerato come il castello più antico nella storia dell'Occidente. Un'eccellenza storica tutta da scoprire!

immagine: Domimf/Wikimedia

Nell'area archeologica di Su Nuraxi, poco fuori Barumini, si trova il monumentale nuraghe simbolo della cittadina sarda; costruiti per strategia militare, i nuraghi erano edifici dalla caratteristica struttura a tronco conico e spesso formati da una o più torri, queste ultime usate per il controllo a vista delle aree circostanti.

La civiltà nuragica, nata nell'isola di Sardegna tra il 1.500 e il 500 avanti Cristo, ha portato alla costruzione di ben 7.000 esemplari di costruzioni in tutto il territorio sardo; nella antica lingua dell'isola la parola "nuraghe" significa mucchio di massi, ma può anche avere il significato di cavità.

L'area archeologica di Su Nuraxi nel comune di Barumini è stata riportata alla luce soltanto dopo il secondo dopoguerra e grazie agli scavi intrapresi da Giovanni Lilliu (1914-2012), archeologo noto come il maggior studioso della civiltà nuragica di sempre. 

Gli scavi di Lilliu hanno sottolineato come la struttura di Su Nuraxi fosse ripartita: il nuraghe gigante, alto 20 metri e costituito da quattro torri angolari più una centrale, dominava il villaggio circostante, abitato sin dalla prima età del ferro (1400 a.C.) secondo gli studi di Lilliu.

Advertisement
immagine: Greenser/Wikimedia

Abitato sin dalla prima età del ferro da circa 700 persone, con i secoli a venire il villaggio ha rafforzato le proprie mura perimetrali con la costruzione di quattro torri unite da delle mura rettilinee che proteggevano la popolazione all'interno del villaggio nuragico.

Al piano terra sono ancora presente una serie di feritoie utilizzate in caso di attacco esterno, mentre nelle vicinanze vi sono un pozzo e la corte. Presente nell'area archeologica di Su Nuraxi anche la cosiddetta "capanna delle assemblee", un edificio posto al centro delle abitazioni utile per l'organizzazione delle riunioni e delle cerimonie religiose.

Unico nella storia dell'architettura occidentale, il sito archeologico nel comune di Barumini è stato insignito nel 1997 del titolo prestigiosissimo di Patrimonio Mondiale dell'Umanità da parte dell'UNESCO, titolo di cui Su Nuraxi vanta il primato assoluto sull'intero territorio dell'isola sarda.

Oggi l'inestimabile e antichissimo "castello dell'Occidente" è visitabile grazie agli sforzi della Fondazione Barumini Sistema Cultura, nella provincia sud dell'isola. E voi, avete già prenotato il vostro biglietto per un emozionante viaggio nell'entroterra della Sardegna all'insegna della storia con la S maiuscola?

Tags: CuriosiStoriaLuoghi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie