Le "scatole da letto" medievali: la curiosa tradizione a cui i designer moderni guardano con interesse - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Le "scatole da letto" medievali: la…
La pasta a cena è da evitare? Tutt'altro! Ecco 6 ottime ragioni per mangiarla, secondo uno studio

Le "scatole da letto" medievali: la curiosa tradizione a cui i designer moderni guardano con interesse

14.181
Advertisement

Il futuro dell'interior design guarda al passato. Le nuove tendenze dell'arredamento per interni stanno sempre più assumendo le forme della tradizione medievale, modello d'ispirazione per i designer pronti a creare nuove metodologie per trasformare il mobilio della nostra casa in efficiente spazio funzionale.

Non è dunque un caso che stia tornando di moda la "scatola da letto" di ispirazione bretone, conosciuta anche nella lingua francese come "lit clos".

La "scatola da letto" è a tutti gli effetti un letto innalzato, completamente racchiuso da pareti di legno; questa cabina totalmente decorata è fornita di un materasso e un cuscino, una soluzione ideale per assicurarsi il sonno perfetto. Di solito, la scatola da letto presenta anche una apertura su uno dei due lati, coperta da una tenda o da una porta scorrevole.

Essendo letti innalzati, i "lit clos" solitamente hanno alla base anche una pedana che permette alle persone che ne usufruiscono di accedervi per poi accomodarsi all'interno della cabina in legno per un riposino.

La scatola da letto ha avuto origine nella Bretagna medievale, nel nord della Francia, per poi espandersi velocemente anche in altre zone d'Europa, come ad esempio l'Olanda, la Scozia, l'Austria e la penisola scandinava. In epoche in cui la povertà nelle famiglie modeste era più che frequente, la scatola da letto era la soluzione perfetta per guadagnarsi uno spazio di privacy in contesti in cui, all'interno di una stessa abitazione, si condividevano le poche stanze disponibili per dormire tutti assieme.

Advertisement

In molti degli esempi olandesi, le scatole da letto contenevano fino a due adulti; i cassetti al di sotto della base del letto potevano inoltre essere aperti ed utilizzati per far dormire anche i più piccoli, fornendo dunque uno spazio condiviso per tutti i membri della famiglia nella stessa struttura a scatola.

Nel XX secolo, con l'avvento dei sistemi di riscaldamento, le scatole da letto sono cadute nel dimenticatoio, ma con l'avvento delle nuove formule di arredamento di interni più recenti sembra stia tornando nuovamente di moda la tradizione bretone.

Grazie al concetto di "lit clos" riportato in auge dai designer francesi Ernan e Ronan Bourullec durante la metà del XX secolo, le scatole da letto hanno fatto nuovamente capolino nella penisola scandinava prima, e in varie zone d'Europa poi, scatenando un vero e proprio fenomeno vintage d'altri tempi. Quelli medievali.

Advertisement

Che la risposta alle necessità della organizzazione dei nostri spazi privati, sempre più stritolati dai minuscoli appartamenti di città, sia avere un occhio di riguardo verso il glorioso passato?

Tags: CuriosiStoria
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie