Ecco cosa accade al tuo corpo quando odi il tuo lavoro - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ecco cosa accade al tuo corpo quando…
11 luoghi della Terra in cui Madre Natura ha voluto sprigionare tutti i suoi colori Non riusciva a vendere la sua villa in Italia, così ha organizzato una lotteria: ora si può vincerla a soli 60 euro

Ecco cosa accade al tuo corpo quando odi il tuo lavoro

2.996
Advertisement

Il vostro capo a lavoro vi tratta male di frequente? Il vostro collega in ufficio non fa altro che lamentarsi? Il carico di lavoro giornaliero è difficile da gestire? Prima o poi il vostro corpo se ne accorgerà, e allora il posto di lavoro può trasformarsi in un ambiente tossico da cui voler fuggire. 

A risentirne nella maggior parte dei casi è il nostro corpo, il primo a dare segnali di allarme incontrovertibili se lo stress da lavoro si stia trasformando in elemento disastroso per la nostra salute. A confermare la teoria è Jeffrey Pfeffer, professore di comportamento organizzativo a Stanford e autore del libro Dying for a Paycheck (trad. "Morire per uno stipendio").

Pfeffer ha dimostrato nel suo libro che la cattiva amministrazione nelle aziende Usa ha portato ad un incremento dell'8 % delle spese sanitarie e a circa 120.000 decessi ogni anno, segnale incontrovertibile che una relazione tra stress sul posto di lavoro e condizioni fisiche e mentali esiste eccome. Ecco a tal proposito i nove segnali che il corpo vi sta dando che dovreste assolutamente tenere d'occhio. 

  • Insonnia. Molto spesso ci si sveglia durante la notte con la mente piena di pensieri sulle cose da fare per il lavoro. Se le notti senza sonno sono poche c'è poco da preoccuparsi, ma se diventano frequenti può diventare un primo campanello d'allarme di uno squilibrio tra salute mentale e lavoro intrapreso.

  • Frequenti mal di testa. La frequente tensione di collo, spalle e testa sul posto di lavoro sono segnali di contrazione del corpo nei confronti di un possibile infortunio; in questo caso, è il corpo stesso che vuole proteggersi da un contesto altamente stressante e difficile da gestire.

  • Dolori muscolari. La contrazione dei muscoli proviene dal cervello che, per difendersi da situazioni impegnative e sgradevoli al lavoro, ricopre il nostro organismo di adrenalina e di altri ormoni dello stress causando dolori diffusi.

  • Peggioramento della salute mentale. Nei casi di ingiustizia sul posto di lavoro la salute mentale della vittima può essere compromessa fino a livelli critici se la stessa vittima soffre già di patologie psicologiche pregresse, come ad esempio l'ansia. I disturbi conseguenti a tali situazioni possono essere un'alimentazione eccessiva e alcune forme di depressione.

immagine: maxpixel.net

Oltre ai sintomi elencati, più comuni, bisogna fare attenzione anche ai seguenti problemi che potrebbero insorgere:

  • Sistema immunitario indebolito. Lo stress cronico può indebolire le funzioni del nostro sistema immunitario, rendendoci più inclini ad ammalarci con maggiore facilità.

  • Calo del desiderio. Anche le relazioni sentimentali possono essere compromesse quando ci si porta il lavoro a casa; nelle donne si riscontra un generale calo del desiderio, negli uomini una minore produzione di testosterone e di conseguenza una diminuzione significativa della libido.

  • Stanchezza generale. La stanchezza è tra i sintomi fisici più comuni in risposta a casi di lavori tossici. Spossatezza generale e continua ed un senso di affaticamento sono il pane quotidiano di chi si sente sopraffatto dalle urgenze del proprio lavoro.

  • Problemi allo stomaco. Pensare all'ammontare delle cose da fare il giorno dopo sul posto di lavoro  può portare a fenomeni diffusi di fitte allo stomaco, gonfiore intestinale, indigestione, costipazione. Lo stress agisce anche sulla flora intestinale, che a sua volta può influire anche sul nostro umore.

Advertisement
  • L'appetito si modifica. In situazioni di forte stress, le ghiandole surrenali producono e rilasciano il cortisolo, ormone che aumenta il nostro senso della fame. Cercare dunque conforto nel cibo (sopratutto quello zuccherino) mitiga le emozioni negative legate allo stress.

Cosa possiamo fare per evitare situazioni di stress legate al nostro lavoro? Si può provare a prendersi una pausa, licenziarsi se se ne ha la possibilità, o capovolgere totalmente il nostro pensare negativo nel caso ci si trovi in una situazione in cui è difficile abbandonare un posto di lavoro. Spesso non pensare troppo all'opinione che i nostri colleghi di lavoro hanno di noi o di quello che abbiamo fatto in ufficio può aiutare a non soffermarci più su inutili pensieri negativi e acquistare consapevolezza su come poter affrontare il carico di stress con energia e positività.

Ma non ditelo al vostro capo!

Tags: CuriosiLavoriSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie