Il costo della bellezza: secondo alcuni storici Elisabetta I morì a causa del particolare trucco che indossava - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il costo della bellezza: secondo alcuni…
Rigenera dispositivi usati e li vende a prezzi low cost: arriva la startup che salva l'ambiente e il portafogli Un bambino di 3 anni si è perso 2 giorni nel bosco: sostiene che un orso gli abbia salvato la vita

Il costo della bellezza: secondo alcuni storici Elisabetta I morì a causa del particolare trucco che indossava

29 Gennaio 2019 • di Claudia Melucci
18.643
Advertisement

L'era elisabettiana fu il periodo in cui l'appartenenza alle classi aristocratiche veniva dichiarata da un viso reso estremamente pallido, attraverso l'uso di svariati cosmetici e sostanze. Elisabetta I stessa era solita indossare uno spesso strato di trucco a base di piombo che rendeva il suo viso di porcellana, privo di difetti: secondo gli storici, però, fu proprio il piombo – ed altri cosmetici decisamente discutibili – a condurla alla morte. 

immagine: Wikimedia Commons

Elisabetta I è ricordata per essere stata una regnante di quelle con il polso di ferro: non volle mai mostrarsi debole, neanche quando, col passare degli anni, le iniziarono a comparire le prime rughe. Si dice che nell'ultimo periodo della sua vita, indossava uno strato di trucco spesso 2 centimetri. 

Il trucco che Elisabetta I preferiva in assoluto era una polvere a base di piombo bianco e aceto che le permetteva di coprire totalmente le cicatrici che il vaiolo le aveva lasciato in volto da giovane. Non solo, le permetteva anche di ottenere quell'effetto porcellana tanto agognato dai reali dell'epoca. 

Il piombo deteriora in modo irreversibile la pelle, oltre a causare la perdita di capelli. Il viso della regina venne negli anni corroso dal trucco, ma in risposta Elisabetta finì per applicare quantità sempre maggiori di polvere, per coprire sia le cicatrici del vaiolo che quelle causate dal piombo. 

Come se non bastasse, si dice che durante la sua epoca il trucco non si toglieva alla sera, ma si teneva su anche per una settimana, apportando di tanto in tanto qualche aggiunta di piombo: quando doveva essere tolto, lo strato era così spesso e compatto che si doveva ricorrere al mercurio per eliminarlo. Quando tornava in superficie, la pelle aveva un aspetto piagoso. 

Advertisement
immagine: Flickr

La polvere a base di piombo non è l'unico cosmetico tossico che la regina Elisabetta utilizzava per apparire proprio come lei voleva: nella sua routine di bellezza rientrava anche il rossetto a base di mercurio, che le conferiva il colore rosso acceso delle labbra. Se la causa della morte della regina è da ricercarsi in un avvelenamento da sostanze tossiche, sicuramente anche i rossetti contribuirono. 

Il mercurio provoca perdita di memoria, estrema irritabilità e depressione: tutti aspetti che le biografie ufficiali riportano negli ultimi giorni di vita delle regina. 

immagine: Flickr

Per Elisabetta I l'aspetto fisico fu una vera e propria ossessione: durante il suo regno passò la legge che vietò agli artisti di dipingere ritratti poco lusinghieri della regina – anche se qualche ritratto non ufficiale ritraente l'invecchiamento della reale trapelò comunque. 

Tra le cause che portarono Elisabetta I al decesso gli storici delineano alcuni ipotesi oltre all'avvelenamento per i cosmetici utilizzati:

  • Infezione virale o cancro;
  • Problemi circolatori causati dall'anello reale che Elisabetta non tolse per 45 anni; i medici le consigliarono un'operazione chirurgica per toglierlo, ma lei si oppose.

Non ci sono certezze su quale sia davvero la causa della sua morte: in ogni caso, tutte quelle ipotizzate raccontano molto del carattere di un personaggio che ha lasciato una traccia indelebile nelle pagine della Storia. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie