Disattivare un gene per mangiare a volontà senza ingrassare: gli scienziati hanno scoperto come farlo - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Disattivare un gene per mangiare a volontà…
Il lavoro da casa farebbe risparmiare 214 milioni di tonnellate di CO2 all'anno 15 curiosità sul Natale che la maggior parte delle persone ignora

Disattivare un gene per mangiare a volontà senza ingrassare: gli scienziati hanno scoperto come farlo

08 Dicembre 2018 • di Claudia Melucci
97.493
Advertisement

Mangiare a volontà senza ingrassare. No, non vistiamo raccontando il sogno che potremmo aver fatto la scorsa notte, ma la scoperta fatta da un'università texana e una australiana. Lo spiacevole inconveniente del metter su qualche chilo in più dopo un'abbuffata potrebbe dipendere da un unico gene che, se "disattivato", eliminerebbe il problema. Per ora, i test si sono limitati ai topi da laboratorio, ma i ricercatori non escludono la possibilità di produrre una pillola in grado di apportare questa magia... ops, beneficio.

immagine: pixabay.com

I ricercatori di un'università del Texas e di una dell'Australia hanno scoperto che il gene chiamato RCAN1 interviene sui processi metabolici e sulla produzione di calore corporeo; "disattivando" l'azione del gene, i topi da laboratorio diventano immediatamente resistenti a guadagnare grasso indotto dal cibo. Era come se i loro corpi subissero una ricarica energetica che faceva bruciare loro più calorie.

Per ora le sperimentazioni hanno riguardato solo i topi, ma la scoperta che ne è derivata ha del potenziale nello sviluppo di un farmaco prescrivibile a persone obese che hanno difficoltà a dimagrire. "Sviluppare una pillola che abbia come obiettivo il gene RCAN1 potrebbe portare ad una perdita di peso", ha detto l'auto principale dello studio, il professor Damien Keating.

immagine: pixabay.com

Il potere di questa pillola è enorme: "Il farmaco che stiamo sviluppando farebbe bruciare molte più calorie anche quando una persona è ferma. Significa che il corpo accumulerebbe meno grasso, senza la necessità di ridurre il cibo o di aumentare l'esercizio fisico", ha aggiunto il professore.

Chiaramente, la somministrazione della pillola non sarà indiscriminata. I destinatari del trattamento saranno prima di tutto quelle persone con problemi di obesità, o altri disturbi metabolici, che hanno necessità di perdere peso in pochissimo tempo. Non è una scorciatoia per raggiungere obiettivi per cui ci vuole costanza e impegno, soprattutto per renderli duraturi nel tempo.

C'è da ricordare, infine, che non ingeriamo determinate quantità di cibo solo per ingrassare o dimagrire; l'alimentazione non si limita all'accumulo di grasso ed è questo il motivo per cui, pillola magica o no, è opportuno comunque mantenere una dieta bilanciata.

Source:

Tags: ScienzaCiboScoperte
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie