20 esperti avvocati fanno "a gara" con un computer, e i risultati dovrebbero terrorizzarci - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
20 esperti avvocati fanno "a gara" con…
Il primo chimico della storia è stata una donna: a rivelarcelo una tavoletta mesopotamica Gli zoologi americani hanno scoperto una nuova popolazione di 3 mila orsi polari in ottima salute

20 esperti avvocati fanno "a gara" con un computer, e i risultati dovrebbero terrorizzarci

2.796
Advertisement

La tecnologia ha rivoluzionato nei secoli il mondo del lavoro. Le macchine hanno sempre più sostituito gli uomini all'interno delle fabbriche nei lavori manuali considerati "umili e ripetitivi". La cosa però sta iniziando a diventare fin troppo strana visto che le tecnologie che noi stessi abbiamo inventato stanno diventando non soltanto più efficienti manualmente ma anche intellettualmente. Sembra che presto ci sostituiranno anche in quei lavori in cui il pensiero critico umano era considerato insostituibile.

via: LawGeex
immagine: LawGeex

Uno studio recente della startup LawGeex ha da poco proposto un'interessante "sfida" tra un gruppo di 20 esperti avvocati, operativi in alcune compagnie e aziende di rilievo come Cisco e Goldman Sachs, contro una nuova intelligenza artificiale (A.I.) basata sulle tecnologie legali da essi prodotte. Il regolamento della sfida era piuttosto semplice: esaminare 5 accordi di non divulgazione con tutti i rischi ad essi correlati. Ma quale è stato il risultato di questa sfida?

Il vincitore è stato decretato sulla base di due parametri: l'accuratezza dell'analisi degli accordi e la velocità con il quale è stata eseguita. Per quanto riguarda l'accuratezza il risultato maggiore è stato del 94% ottenuto da soltanto uno dei 20 avvocati e ovviamente dall'algoritmo creato da LawGeex. Il risultato medio del gruppo di avvocati è stato invece dell'85%, quindi inferiore a quello della macchina, comprensivo anche del risultato peggiore pari al 67% di accuratezza.

immagine: LawGeex

Per quanto riguarda la velocità di esecuzione non c'è stato proprio paragone. L'intelligenza artificiale ha impiegato la bellezza di 26 secondi mentre il gruppo di avvocati ci ha messo una media di 92 minuti. Impietoso è anche il confronto con il più veloce dei 20 che con i suoi 51 minuti è stato 100 volte più lento del computer. 

Appare evidente come questa prima sfida in ambito legale sia stata vinta dall'intelligenza artificiale che, secondo alcune stime, potrebbe presto sostituire il 23% delle pratiche legali presenti in media negli studi. Ovviamente rimangono ancora molte attività lavorative quotidiane della vita di un avvocato che questa tecnologia non può sostituire, come la presenza in tribunale e i briefing con i clienti. 

Advertisement
immagine: LawGeex

Le tecnologie di intelligenza artificiale e apprendimento automatico stanno prendendo sempre più piede all'interno del mercato globale. In alcune industrie e settori merceologici come quella manifatturiera, il lavoro dell'uomo è stato in parte sostituito da meccanismi più efficienti e dai costi più contenuti

Il mercato dell'automazione è sempre più in crescita, le tecnologie stanno progredendo come abbiamo visto nell'esperimento di LawGeex, in compiti sempre più complessi per aggredire settori come quello della medicina, finanza e design in cui l'intelletto umano ha sempre primeggiato.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie