10 antiche regole di bellezza che per fortuna sono solo un lontano ricordo - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
10 antiche regole di bellezza che per…
17 capolavori della genetica che ci ricordano la bellezza dei difetti 14 foto che ci ricordano perché l'Australia è un posto bello da vedere... SOLO da lontano

10 antiche regole di bellezza che per fortuna sono solo un lontano ricordo

05 Novembre 2018 • di Alberto Ragazzini
13.887
Advertisement

Ogni epoca ha avuto le sue mode e le sue usanze caratteristiche. Soltanto sfogliando l'album dei ricordi dei nostri genitori ci possiamo accorgere di quanto in questo lasso di tempo  siano cambiati i gusti in fatto di estetica e moda. Immaginate quinti quanto possono essere cambiati i gusti rispetto all'epoca dell'Antica Roma, o dell'Antico Egitto oppure rispetto al Medioevo! La lista che segue sono una serie di curiosità e antiche regole di bellezza che oggi sembrano assurde ma che anticamente erano considerate alla moda!

1. Piedi artificialmente deformati (Loto d'oro, dal X sec al XX sec)

Per cambiarne la forma i piedi erano fasciati e inseriti dentro delle scarpe minuscole appositamente fabbricate. Questi minuscoli piedi rappresentavano lo status elevato delle donne ed era particolarmente apprezzati dagli uomini. Ovviamente la deformazione negli anni causava delle forme di disabilità molto gravi. 

2. Sudore di gladiatore (antica Roma)

Era considerato un potente prodoto cosmetico ed era venduto sulle bancarelle fuori dalle arene dove si svolgevano i combattimenti.

Advertisement

3. Unghie lunghe (Antica Cina)

Erano popolari tra l'aristocrazia cinese ed erano simbolo di status e ricchezza. L'unghia lunga significava infatti che il possessore non doveva ricorrere a lavori manuali per guadagnarsi da vivere. Ancora oggi tra gli uomini cinesi è in voga questa tradizione anche se si tratta di unghie molto più corte. 

4. Abbigliamento "ripieno" (Inghilterra XVI sec.)

immagine: commons.wikimedia

In Inghilterra era una moda avere le maniche delle camice gonfie per sembrare più forti e muscolosi. Ogni espediente era buono per riempire gli indumenti, tra cui anche la segatura! Le donne usavano questo escamotage per apparire più formose mentre gli uomini lo usavano per sembrare più rispettabili e in forma.

5. Calze dipinte (Seconda guerra mondiale)

Durante la guerra il nylon divenne merce pregiata per questo motivo anche le calze sparirono dai guardaroba delle donne. Allo stesso tempo le gambe nude erano considerate un'oscenità e proprio  per questo motivo, le donne iniziarono a dipingersi la cucitura delle calze dietro alle gambe e in alcuni casi addirittura tutte la gamba! Ovviamente quando il nylon tornò a disposizione questa moda sparì.

6. Riduttore del mento (XIX sec.)

Nel 1890 il professor E. J. Mack inventò una specie di tutore che prometteva di ridurre il doppio mento. Questo dispositivo più simile agli strumenti di tortura era chiamato "tira la corda". 

7. Rossetto fatto con insetti e formiche (Antico Egitto)

Fin dall'Antico Egitto il rossetto divenne molto popolare tanto che tutte le persone più in vista lo portavano per vanità e anche per proteggere le labbra dal sole del deserto. Gli egiziani inventarono per questo una speciale tintura rossa chiamata "carminio" fatta con insetti e formiche

8. I capelli lunghi dei Maccaroni (XVIII sec.)

Alla fine del 18° secolo un gruppo di mercanti chiamati "Maccaroni" arrivò per la prima volta in Inghilterra. Ancora non si conosce a cosa è dovuta l'origine del loro nome, l'unica cosa certa è che le loro acconciature raggiunsero altezze mai viste prima ed erano soliti a usare dei piccoli cappelli che potevano essere messi o tolti con una spada o un bastone

9. Cosmetici al Radio (anni '30)

immagine: Travus/Wikimedia

Dopo la scoperta del radio ad opera di Pierre e Marie Curie nel 1898, negli anni '30 si iniziarono a diffondere nei mercati i cosmetici contenenti una piccola percentuale di questa sostanza altamente radioattiva. I produttori promettevano ai clienti una pelle splendente e luminosa senza rendersi conto degli effetti collaterali. 

10. Poulaine (Medioevo)

immagine: mararie / flickr

Queste scarpe erano in voga tra la nobiltà europea durante il Medioevo. La lunghezza della punta assumeva diversi significati, più era lunga e maggiore era l'importanza del personaggio che le indossava. Per far rimanere la punta alzata era utilizzato del fieno e furono rapidamente maledette dalla chiesa perché impedivano di inginocchiarsi durante le preghiere. 

Tags: CuriosiModaStoria
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie