Quest'uomo è riuscito a "fermare" il deserto unendo la tradizione agricola con l'innovazione - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Quest'uomo è riuscito a "fermare" il…
16 immagini che vi faranno venire voglia di prendere il prossimo volo per la Thailandia 10 combinazioni della tastiera che soltanto poche persone conoscono

Quest'uomo è riuscito a "fermare" il deserto unendo la tradizione agricola con l'innovazione

07 Ottobre 2018 • di Alberto Ragazzini
9.829
Advertisement

Forse non tutti conoscono la storia di Yakouba Sawadogo un uomo che ogni giorno tenta di fermare l'avanzata del deserto tra Burkina Faso e Niger, solamente con l'aiuto delle sue forze e delle sue conoscenze in ambito agricolo. Da pochi giorni Yakouba è stato premiato con il Right Livelihood Award 2018, per esser riuscito a riportare foreste e coltivazioni laddove tutti pensavano fosse impossibile. Ma come ha fatto questo semplice contadino a creare delle foreste nel deserto?

Yakouba Sawadogo è un agricoltore del Burkina Faso famoso perché è in grado di rigenerare la terra sterile in zone coltivabili. Grazie al suo metodo che unisce innovazione a tecniche di coltivazione indigene e locali, Yakouba riesce a recuperare suoli anche gravemente danneggiati dalla siccità. A partire dal 1980 questo esperto agricoltore ha dato vita a oltre 40 ettari tra coltivazioni e foreste su terre che erano considerate sterili e per questo abbandonate.

La cosa più sorprendente è che Sawadogo non utilizza metodi tecnologici o sorprendentemente innovativi, si serve semplicemente delle sue approfondite conoscenze di agricoltura locale che ha affinato e perfezionato nel corso degli anni. 

Per permettere tutto ciò Yakouba si serve degli Zai, tradizionali pozzi in grado di raccogliere l'acqua piovana grazie al fondo argilloso e quasi impermeabile. Questi pozzi conservano l'acqua che rende i terreni fertili nel corso degli anni permettendo la coltivazione a dispetto dei cambiamenti climatici

Nonostante il gran lavoro svolto per il suo paese e per tutte le popolazioni che versano in gravi problemi per colpa della siccità, Yakouba è stato preso di mira per anni dalle tribù locali. Più volte le sue piantagioni e le foreste appena piantate sono state incendiate senza però scoraggiare l'uomo che ha continuato dritto per la sua strada fino a guadagnarsi il rispetto grazie al suo lavoro.

Advertisement

Ora Yakouba Sawadogo è stato premiato come uno dei vincitori del Premio Nobel Alternativo che ogni anno l'associazione Right Livelihood consegna alle persone e alle organizzazioni coraggiose che combattono per risolvere problemi di portata globale. Ora l'uomo può godersi il suo prestigioso riconoscimento insieme agli altri due vincitori dei Right Livelihood Award 2018.

È bello vedere come anche i grandi uomini e le grandi donne meno famose che ogni giorno nel loro piccolo lottano per rendere il mondo migliore, riescano a ricevere ogni tanto una qualche forma di riconoscimento per il lavoro svolto! In fondo all'articolo potete trovare il video in cui vengono annunciati i vincitori dei Right Livelihood Award 2018, tra cui figura anche Yakouba Sawadogo.

Guarda il Video:

Tags: AfricaGreenStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie