8 cose che hai studiato a scuola ma che oggi non sono più vere - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
8 cose che hai studiato a scuola ma…
La NASA lancia una sonda verso il Sole: ecco come riuscirà a non liquefarsi Prevenire l'Alzheimer può essere più facile di quanto pensi: ecco 2 cose che puoi fare

8 cose che hai studiato a scuola ma che oggi non sono più vere

16.981
Advertisement

Non importa quanto tempo fa abbiate frequentato la scuola: che sia trascorso poco o tanto da allora, dovete sapere che molte cose sono cambiate. Sì perché al giorno d'oggi, anche il sapere evolve alla velocità della luce: e così, ciò che credevate vero potrebbe essere non più tale, addirittura potreste ritrovarlo ribaltato.

Per non fare figuracce, e per farsi trovare sempre aggiornati, ecco 9 cose che avete appreso a scuola ma che non sono più vere.

Il diamante è la sostanza più dura.

immagine: pixabay.com

Dal 2009 si conoscono due materiali molto più duri del diamante: il nitruro di boro e la lonsdaleite. Il problema è che questi materiali sono instabili in natura. Le misure di durezza che hanno eseguito gli scienziati sono state calcolate, e non misurate dal vero. 

In uno studio, però, i ricercatori sono stati capaci di creare una forma stabile di nitruro di boro esercitando una compressione: questo fa presagire che, forse, in futuro alle donne verranno regalati anelli impreziositi da nitruro di boro e stavolta sarebbero davvero per sempre!

È impossibile piegare la carta più di 7 sette volte.

È stata una studentessa, Britney Gallivan, a dimostrare che si tratta solo di una diceria: ci è riuscita acquistando un rotolo di carta igienica gigante e riuscendolo a piegare ben 11 volte.

Dietro a questo record scherzoso ci sono notti insonni ed equazioni matematiche con le quali, oggi, si possono conoscere le dimensioni esatte del pezzo di carta per riuscire a piegarlo un numero n di volte. 

Nel 2012, però, il record della Gallivan è stato stracciato da un altro studente, che ha piegato un foglio ben 13 volte.

Advertisement

La Muraglia Cinese è l'unica opera umana visibile dallo spazio.

immagine: NASA

Risale al 1938 la leggenda per cui la Muraglia Cinese sarebbe visibile non solo dallo spazio, ma perfino dalla Luna. 

Nel 2003 l'astronauta cinese Yang Liwei ha sfatato il mito: ha affermato, infatti, di non riuscire a vedere assolutamente nulla che ricordi la Muraglia dalla sua navicella spaziale.

Sono le parole dell'astronauta Alan Bean a chiarirci le idee su cosa è possibile vedere dalla Luna: "L'unica cosa che puoi vedere è una bellissima sfera, per la maggior parte bianca, con qualche macchia blu e gialla, e ogni tanto qualche punto di vegetazione verde. Nessun manufatto umano è visibile da lassù."

Gli Stati Uniti si sono resi indipendenti i 4 Luglio 1776.

immagine: pixabay.com

Sebbene la sera del 4 luglio del 1776 il documento della Dichiarazione di Indipendenza venne firmato da 12 colonie (13 ad Agosto dello stesso anno), l'indipendenza vera e propria degli Stati Uniti avvenne sette anni più tardi, nel 1783: storicamente la si fa coincidere con la firma del Trattato di Parigi, con il quale si riconosceva, tra le altre cose, la legittimità e l'indipendenza delle 13 colonie unite (i futuri Stati Uniti) da parte della Gran Bretagna.

Gli esseri viventi sono raggruppati in cinque regni.

immagine: pixabay.com

A scuola vi hanno insegnato che gli esseri viventi possono appartenere ad uno dei seguenti regni: quello degli animali, delle piante, dei batteri, dei fughi e dei protisti. 

In aggiunta ai cinque regni tradizionali, ora è riconosciuto anche quello degli archeobatteri, prima inseriti tra i batteri. Dunque i regni dei viventi sono sei e non più cinque! 

Advertisement

Le piramidi sono state costruite dagli schiavi israeliti.

immagine: pixabay.com

I testi biblici raccontano che il popolo d'Israele fu reso schiavo dagli egiziani e che furono proprio gli ebrei ad aver costruito le piramidi. Tuttavia, i riferimenti riportati dalla Bibbia non trovano un riscontro storico.

Al contrario, degli studi dichiarano che è impossibile che gli ebrei abbiano costruito le piramidi, semplicemente perché non esistevano a quel tempo. Inoltre, recenti scoperte archeologiche hanno da ridire anche sul fatto che gli uomini che le costruirono vengano chiamati schiavi. Pare che si trattasse sì di persone povere, ma che venissero rispettate a tal punto da garantirsi un luogo di sepoltura vicino alla piramide e un rito funebre esclusivo.

A Salem le streghe venivano bruciate sul rogo.

immagine: Wikimedia Commons

A Salem, città famigerata per i presunti atti di stregoneria e i relativi processi, nel Massachusets (Stati Uniti), pare che le streghe non subissero questa orrenda fine che tutti abbiamo studiato a scuola. 

A fine '600, infatti, anni cruciali per i processi di stregoneria, a Salem vigeva ancora la legge inglese che puniva sì la magia nera ma con l'impiccagione. 

È in Europa che la chiesa estirpava il demonio bruciando i suoi adepti legati ad un palo. Da qui nasce l'equivoco per cui anche a Salem, negli odierni Stati Uniti, le streghe venivano bruciate al rogo. 

Advertisement

Plutone è un pianeta

immagine: NASA

A scoprire Plutone fu un giovane appassionato di astronomia di 23 anni. Nel 1930 scoprì il pianeta confrontando alcune foto dello foto che aveva eseguito mentre era alla ricerca di oggetti in movimento. 

Nel 2003, gli scienziati trovarono un altro oggetti dietro Plutone, più grande di Plutone stesso, che venne chiamato Eris dalla NASA. Si iniziarono a chiedere, allora, cosa fosse a fare di un pianeta un pianeta e decisero di prendere in considerazione i parametri di posizione e e dimensione: e in virtù di questi parametri, Plutone semplicemente non poteva far parte dei pianeti. Neanche Eris, ed entrambi furono declassificati come pianeti nani. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie