15 parti del corpo umano che in futuro sono destinate a scomparire - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
15 parti del corpo umano che in futuro…
10 fatti sulla genetica che pensavi veri, ma che in verità non hanno alcun fondamento scientifico 6 famosi esperimenti psicologici che faranno vacillare le vostre certezze sulla mente umana

15 parti del corpo umano che in futuro sono destinate a scomparire

55.971
Advertisement

Era il 1871 e Charles Darwin nel suo The Descent of Man identificava varie parti del corpo che definiva inutili o quasi, ed in quanto tali, destinate a scomparire, seconda la sua nuova teoria della selezione naturale. Se all'epoca la tesi di Darwin trovò numerosi e tenaci oppositori, oggi è una teoria comunemente accettata, ed in linea con il grande naturalista, non abbiamo difficoltà a prevedere la scomparsa di alcune caratteristiche del corpo umano. Eccone alcune.

1. Muscoli dell'orecchio estrinseci

Sono muscoli che permettono ad alcuni animali di muovere le orecchie in maniera indipendente; ciò spiega perché alcune persone riescano a muovere le orecchie, ma sono muscoli ormai inutili.

2. Muscolo palmaris

immagine: OlejyKKK/Wikimedia

È un muscolo lungo e stretto che corre dal gomito al polso ed era indispensabile per appendersi ed arrampicarsi; oggi è tuttavia già assente nell'11% degli esseri umani.

Advertisement

3. La tredicesima costola

immagine: pixabay.com

La maggior parte delle persone ha 12 costole, ma l'8% degli adulti ne ha una in più, in ricordo della nostra parentela con gorilla e scimpanzé, animali dotati di costole extra.

4. Peli del corpo

Ad esclusione delle sopracciglia - che impediscono al sudore di colare negli occhi- e alla barba maschile, la maggior parte degli altri peli corporei è inutile e destinata alla scomparsa.

5. Muscoli piloerettili

immagine: Pixabay

Permettono agli animali di gonfiare la propria pelliccia, e all'uomo di oggi di avere la pelle d'oca.

Advertisement

6. La terza palpebra

Residuo di un antenato comune a uccelli e mammiferi, questa terza membrana serviva a proteggere l'occhio dai piccoli detriti; tuttavia oggi non resta che una piccola piega nell'angolo interno dell'occhio.

7. I capezzoli maschili

immagine: maxpixel.net

Sia gli uomini che le donne hanno i capezzoli perché nelle prime fasi dello sviluppo fetale un bambino non ancora nato è effettivamente asessuato. Tuttavia gli uomini generalmente non possono produrre prolattina, per cui i loro capezzoli sono inutili.

Advertisement

8. Muscolo sottoclaveare

immagine: pixabay.com

Questo piccolo muscolo, che si estende sotto la spalla dalla prima costola alla clavicola, sarebbe utile se gli umani continuassero a camminare a quattro zampe.

9. Costole del collo

Si tratta di un insieme di costole cervicali, probabilmente un residuo dell'età dei rettili, ancora presente in meno dell'1% della popolazione, e responsabile di problemi a nervi ed arterie

Advertisement

10. Seni paranasali

Sono cavità rivestite di muco e delle quali si ignora l'utilità.

11. L'appendice

immagine: CDC/Wikimedia

È un sottile tubo muscolare attaccato all'intestino crasso deputato alla digestione della cellulosa, nei tempi in cui l'alimentazione umana consisteva quasi totalmente di vegetali.

12.I denti del giudizio

Originariamente servivano a masticare le piante per ottenere abbastanza calorie per sopravvivere, ma al giorno d'oggi sono inutili, sebbene presenti nel 5% della popolazione

13. Punto di Darwin

immagine: Wikimedia

È una piccola piega della pelle sulla parte superiore dell'orecchio, probabilmente residuo di una forma più grande utile ad individuare suoni lontani.

14. Coccige

È tutto ciò che rimane della coda che la maggior parte dei mammiferi usa ancora per l'equilibrio e la comunicazione.

15. Dita dei piedi

immagine: Depositphotos

Gli scienziati hanno scoperto che un tempo gli esseri umani erano soliti camminare ed equilibrarsi di più sulla linea mediana dei piedi, a differenza di oggi che tendiamo a bilanciare il peso sul lato dell'alluce, spostando il nostro centro di equilibrio  verso l'interno. Ciò significa che mentre un tempo gli uomini si affidavano alle dita dei piedi per trovare equilibrio, un giorno non sarà più necessario, e le dita dei piedi saranno inutili.

Tags: ScienzaNaturaSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie