La forza indomabile dell'animo umano attraverso 14 storie fotografiche di straordinaria potenza - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La forza indomabile dell'animo umano…
Queste 13 situazioni quotidiane provano che il Giappone fa parte di un altro pianeta Questi 9 segnali ti fanno capire se quella che stai frequentando è la persona giusta per te

La forza indomabile dell'animo umano attraverso 14 storie fotografiche di straordinaria potenza

26 Giugno 2018 • di Alessandro Lolli
7.509
Advertisement

Si chiama resilienza la capacità della psiche umana di superare un trauma e ritornare in condizioni migliori delle precedenti. Alcuni tra i protagonisti di queste foto sono caduti e si sono rialzati più forti di prima. Altri hanno vissuto la loro intera vita in salita ma non per questo si sono arresi. Altri ancora hanno deciso autonomamente di mettersi alla prova per una causa o un ideale.

Ma ognuno di loro è la dimostrazione vivente della forza dell'animo umano. Abbiamo raccolto le loro storie in 14 foto.

1. Più di nove ore in posizione plank per beneficenza.

immagine: George E. Hood

George Hood, ex ufficiale dei Marines, ha recentemente battuto un suo precedente record di resistenza. È rimasto in posizione plank per ben nove ore e venti minuti, superando le nove ore e undici minuti del record precedente, il tutto all'interno di una gara di beneficenza. 

2. Mano nella mano.

immagine: cctv.com

Ma Li and Zhai Xiaowei sono due ballerini cinesi che si esibiscono in giro per il mondo con lo spettacolo "Hand in Hand". La loro particolarità? Lei non ha un braccio, lui non ha una gamba e si completano a vicenda.

Advertisement

3. Sull'Everest senza gambe.

All'età di 23 anni Mark Inglis perse entrambe le gambe sulla cima più alta della Nuova Zelanda. Questo non lo ha fermato dal diventare il primo uomo a scalare l'Everest con due protesi complete. Tra questi due eventi Mark è stato un atleta paralimpico, uno scienziato, un produttore di vini e, ovviamente, uno straordinario motivatore.

 

 

4. L'uomo di ghiaccio

immagine: Wim Hof/ twitter

Wim Hof, noto anche come "Ice Man", è un atleta di sport estremi olandese. Detiene più di 20 record diversi, tra i quali figura una scalata dell'Everest in calzoncini e il più lungo bagno nei ghiacci. Ha sviluppato molteplici tecniche per resistere a basse temperature tra cui un metodo di respirazione, nelle sue parole: "Il freddo è spietato ma giusto: ti insegna a respirare".

5. Le mani del canottiere.

Alex Gregory, canottiere due volte medaglia d'oro alle olimpiadi del 2012 e del 2016, ha postato questa foto su Twitter l'estate del 2017. Sono le sue mani dopo due ore di allenamento con dei guanti umidi. Il prezzo del successo.

Advertisement

6. Le gambe del ciclista.

Lo stesso ha fatto Pawel Poljanski. Il ciclista ha postato su instagram una foto delle sue gambe dopo una tappa del Tour de France di 165 chilometri.

7. Il chitarrista senza braccia.

José Antonio Meléndez Rodríguez è nato senza braccia ma questo non gli ha impedito di imparare a suonare la chitarra: ha usato i piedi. Nel 1987 si è esibito per Papa Wojtila, un evento che ha cambiato la sua vita e due anni dopo ha pubblicato il suo primo album solista. Oggi è famoso in tutto il mondo.

Advertisement

8. A due chilometri dalla cima del Monte Evans.

Non sappiamo il suo nome. La sua foto è stata postata su internet da un utente che lo ha incontrato a soli due chilometri dalla cima del Monte Evans, in Colorado, che misura solo poche centinaia di metri in meno del Monte Bianco. Guardate le sue gambe. 

9. Il re dei funamboli.

Nik Wallenda è un acrobata che detiene diversi record tra cui il primo uomo a attraversare su un filo sia il Grand Canyon sia le cascate del Niagara. L'equilibrio scorre nel sangue della sua famiglia: il bisnonno ottenne diversi record ai suoi tempi e sua madre camminava sul filo mentre anche era in attesa di Nik. Nel 2011 ha portato a termine una camminata su filo a San Juan che costò la vita al suo bisnonno.

Advertisement

10. Ginnasta a 91 anni.

Nel 2018 Johanna Quaas è diventata ufficialmente la più anziana ginnasta del mondo, all'età di 91 anni. Come molte ginnaste iniziò da bambina, poi smise e riprese a 57 anni. Da allora non si è più fermata e continua a eseguire esercizi alle parallele.

11. Contro il canyon.

Aron Ralston è un torrentista (sport estremo che prevede l'attraversata di gole a canyon usando varie tecniche: nuoto, arrampicata, canoa e così via) che ebbe un brutto incidente: rimase intrappolato tre giorni col braccio sotto un crollo. Dovette amputarsi da solo e riuscì a tornare sano e salvo a casa. Secondo voi quest'esperienza quasi letale lo ha forse fermato dal praticare la sua passione? 

12. Il bambino più forte del mondo.

Nella foto, del 2015, Giuliano Strobe, noto come "il bambino più forte del mondo", aveva solo 10 anni e già diversi Guinnes World Record alle spalle. Ha iniziato a sollevare pesi nel 2007 e ha ottenuto il suo primo record nel 2009. Sì, vi abbiamo detto l'anno così l'età la calcolate da soli.

13. Senza corde, senza niente.

Un post condiviso da Alex Honnold (@alexhonnold) in data:

Lu è Alex Honnold e quella è la parete del Monte El Capitan. L'ha scalata nel 2017 in free solo, diventando il primo a completare una simile prodezza. Lo ha fatto in free solo, anche nota come "arrampicata solitaria senza assicurazione", pratica estrema che vede lo scalatore senza corde, funi, strumenti o imbracature di sorta: solo lui e la parete.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie