Girò il mondo per fotografare l'amore materno: i suoi scatti sono un inno al sentimento più forte che ci sia - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Girò il mondo per fotografare l'amore…
16 illustrazioni che ritraggono le verità più amare della vita di oggi 18 affascinanti foto ci svelano le antiche tradizioni dei popoli che chiamiamo

Girò il mondo per fotografare l'amore materno: i suoi scatti sono un inno al sentimento più forte che ci sia

2.424
Advertisement

Nel 1965 il fotografo Ken Heyman pubblicava un libro in collaborazione con l'antropologa culturale Margaret Mead (1901-1978), sua ex docente universitaria: il suo titolo era "Family" e, come molti altri dei titoli pubblicati da Mead, il focus era sul mondo femminile: dopo aver studiato l'adolescenza nelle varie culture e altri aspetti legati alla sessualità umana, l'antropologa volse la sua attenzione alla maternità, qualcosa che lei aveva desiderato a lungo ma che riuscì a trasformare in realtà solo all'età di 35 anni, e per raccontare questa condizione si servì del prezioso lavoro di Heyman.
Le immagini usate per la pubblicazione del libro, scattate nei luoghi del mondo più disparati, erano in una busta con su scritto "mamme" e Heyman le ritrovò casualmente quasi cinquant'anni dopo. Eccole in tutta la loro incantevole bellezza.

1.

2.

Advertisement

3.

4.

5.

Advertisement

6.

7.

Advertisement

8.

9.

Advertisement

10.

11.

12.

13.

14.

15.

16.

17.

18.

19.

20.

21.

22.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie