45 anni fa quest'uomo effettuò la prima telefonata della storia con il cellulare, e il destinatario non fu casuale - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
45 anni fa quest'uomo effettuò la prima…
Il gene che permette ai batteri di resistere agli antibiotici si è diffuso in tutto il mondo: ora sappiamo dove si è originato Kenya, la terra si apre in due: le impressionanti immagini della frattura che finirà per creare un nuovo continente

45 anni fa quest'uomo effettuò la prima telefonata della storia con il cellulare, e il destinatario non fu casuale

03 Aprile 2018 • di Giulia Bertoni
5.116
Advertisement

Se foste consapevoli di avere fra le mani un oggetto in grado di cambiare per sempre la vita delle persone, a chi lo direste per primo? Forse alla persona che vi ha sempre sostenuto, o forse al vostro più acerrimo nemico!
La seconda opzione è quella che scelse l'inventore e imprenditore Martin Cooper quando, il 3 aprile del 1973, effettuò la prima telefonata con cellulare della storia della tecnologia mobile: chiamò il suo diretto rivale Joel Engel e gli disse: "Ti sto chiamando da un vero telefono cellulare!". Dall'altra parte? Silenzio!

La prima telefonata con dispositivo portatile avveniva a New York 45 anni fa.

immagine: Martin Cooper

Oggi Motorola non esiste neanche più ma all'epoca fu protagonista, assieme al suo direttore della società di ricerca e sviluppo Martin Cooper, di un momento storico per il mondo della tecnologia e quello di tutti noi: creò l'apparecchio chiamato DynaTac e, in presenza di alcuni giornalisti e di fronte ai passanti di Manhattan, effettuò la prima telefonata senza fili.
Il dispositivo era di dimensioni tali che oggi verrebbe paragonato a una scatola davvero poco pratica: pesava oltre un chilogrammo e sebbene avesse un'autonomia di soli 35 minuti, necessitava di 10 ore per essere ricaricato.

immagine: YouTube/Bloomberg

Cooper disse di essersi ispirato a un apparecchio simile usato dal Capitano Kirk in uno dei film di Star Trek e che da allora si era convinto della necessità di realizzare un dispositivo che permettesse ai singoli individui di fare telefonate.
Lavorò assiduamente a questo scopo e riuscì nel suo intento, anche se furono necessari molti anni affinché le aree di copertura e le frequenze supportate permettessero a un grande numero di persone di poter usufruire della sua invenzione.
E se pensate che l'ingegnere Cooper, classe 1928, si sia ritirato dopo aver raggiunto il suo obiettivo, visitando il suo profilo Twitter capirete che ha ancora tutta l'intenzione di dire la sua sul mondo della tecnologia e delle telecomunicazioni.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie