È il chip più piccolo del mondo: per la IBM ci cambierà la vita tra non più di 5 anni - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
È il chip più piccolo del mondo: per…
10 modi in cui gli hacker accedono ai vostri dati personali Sottile, sicura e superveloce: la nuova batteria al grafene è un brevetto italiano

È il chip più piccolo del mondo: per la IBM ci cambierà la vita tra non più di 5 anni

4.036
Advertisement

Il processo tecnologico ha sposato da anni un'unica direzione, quella della miniaturizzazione, ovvero il ridimensionamento degli oggetti e dei loro componenti. Abbiamo ancora bene in mente le dimensioni delle radio, delle televisioni, dei cellulari e di molti altri dispositivi che usavamo fino a qualche decennio fa: dimensioni che non hanno nulla, o poco, a che fare con quelle odierne, sempre più striminzite. Ebbene, è proprio nel processo di miniaturizzazione che la IBM, azienda statunitense pioniera della tecnologia e dell'informatica, ha stabilito un record con il chip più piccolo mai realizzato. Quanto piccolo? Poco meno di un granello di sale.

via: IBM.com

Il chip della IBM è grande 1 mm x 1 mm, ovvero le dimensioni di un granello di sale.

Se nella mente state associando le dimensioni ridotte alle scarse prestazioni, non è il caso del nuovo chip: è infatti in grado di monitorare, analizzare, comunicare ed anche gestire i dati in entrata. 

A renderlo particolarmente interessante non sono solo le sue dimensioni: la produzione è infatti anche molto economica, circa 10 centesimi di dollaro al pezzo. 

A questo punto è lecito ipotizzare quali cambiamenti porterà l'introduzione di questo chip e di altre innovazione all'avanguardia: è la stessa IBM a porre la domanda 'Come sarà la nostra vita in 5 anni?' e ad inserire nella lista delle innovazioni che saranno in grado di cambiarci la vita in così poco tempo il chip stesso.

Quello che traspare è che molte delle maggiori aziende del mondo convergono in un unico scopo, quello di impiegare la tecnologia nella salvaguardia del pianeta, sfruttando tutte le potenzialità che questa può offrire. Il chip, infatti, si pensa che sarà inserito nei dispositivi dotati di intelligenza artificiale che monitoreranno le acque degli oceani ed offriranno una ventaglio più ampio di soluzioni adatte.

Dalla nostra parte speriamo che la positività della IBM nei confronti del futuro divenga presto concreta, a favore di tutti gli abitanti del pianeta.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie