La trigonometria non fu inventata dai greci: questa tavoletta riscrive la storia della matematica - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La trigonometria non fu inventata dai…
La velocità di internet raggiungerà i 160 terabit al secondo e tutto grazie ad un cavo sottomarino... Ecco per quali sorprendenti motivi vi converrà sempre fare la doccia fredda

La trigonometria non fu inventata dai greci: questa tavoletta riscrive la storia della matematica

5.847
Advertisement

Dopo numerosi studi condotti da prestigiose università è stata l'Università del Nuovo Galles del Sud (Sidney) a svelare l'arcano mistero: ad inventare la trigonometria non furono i Greci, bensì i Babilonesi.

Quest'affermazione deriva da un'attenta indagine a cui è stata sottoposta la famosa tavoletta d'argilla che prende il nome di Plimpton 322. Ma vediamo nel dettaglio come si sono svolte le ricerche e a quali conclusioni si è giunti...

via: Telegraph
immagine: UNSWTV/Youtube

Fu Edgar J. Banks, archeologo americano, a rinvenire la tavoletta in Iraq del Sud circa un secolo fa. Dalle mani di Banks la tavoletta passò in quelle di George Plimpton, che la comprò per soli 10 dollari, finendo poi per donarla alla Columbia University negli anni'30.

immagine: UNSWTV/Youtube

Alla fine il prezioso reperto è finito tra le mani del team di esperti guidato dal matematico Norman J. Wildberger, ricercatore dell'Università del Nuovo Galles del Sud, e qui ha finalmente trovato chi è stato in grado di decifrarla scoprendo che non furono i greci, ed in particolare Ipparco di Nicea (vissuto tra il 190 ed il 120 A.C.), ad inventare la trigonometria, bensì i babilonesi e ci riuscirono ben 3700 anni fa.

Advertisement
immagine: UNSWTV/Youtube

Distribuite tra le 4 colonne e le 15 righe che compongono la tavoletta, sono state rinvenute formule di base della trigonometria. Finora il problema era stato scoprire cosa fosse stato scritto nelle parti dove i segni del tempo avevano oscurato i caratteri, ma ora si è giunti finalmente alla conclusione che il sistema di calcolo babilonese prevedeva un calcolo in base sessagesimale (60) (e non in base 10 come nel "nostro" caso), permettendo loro di usufruire di molte più frazioni "esatte" rispetto alle nostre.

 

immagine: UNSWTV/Youtube

La conclusione? I babilonesi erano in grado di sfruttare una trigonometria più semplice ed accurata della nostra, permettendo ai costruttori di un tempo di erigere palazzi con una precisione impressionante, semplicemente conoscendo le lunghezze dei lati in base ai rapporti geometrici... e tutto questo ben prima che i greci ci mettessero mano!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie