12 rimedi naturali per trattare verruche, macchie della vecchiaia, punti neri e altri comuni inestetismi - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
12 rimedi naturali per trattare verruche,…
Il mondo scientifico applaude la soluzione di questa 25enne alla resistenza antibiotica dei virus 7 consigli per un volo ideale che la maggior parte dei viaggiatori ancora non conosce

12 rimedi naturali per trattare verruche, macchie della vecchiaia, punti neri e altri comuni inestetismi

06 Agosto 2017 • di Claudia Melucci
28.706
Advertisement

Forse è la nostra pelle ad essere il vero specchio del'anima, e non i nostri occhi: questo perché è sulla pelle che si riflettono le buone e le cattive abitudini e già dal suo aspetto si può capire molto di una persona. Per tutti questi motivi è bene prendersene cura e non ci riferiamo solo all'applicare creme e cosmetici per mantenerla giovane: sulla pelle possono comparire presenze indesiderate che peggiorano il suo aspetto, come punti neri, verruche, nei e macchie della vecchiaia. Ecco come trattarle in maniera del tutto naturale. 

Ecco come curare alcuni dei più comuni inestetismi della pelle.

  1. Fibromi penduli: sono quella specie di nei sporgenti, attaccati apparentemente in modo precario alla pelle. Molte persone li hanno in corrispondenza delle palpebre e del collo o nelle zone soggette a sfregamento. La comparsa di questi fibromi aumenta con il tempo ed un modo naturale per mantenerla sotto controllo è applicare olio di origano: 5-6 gocce al giorno per 3 settimane dovrebbero essere sufficiente a dare risultati. 
    - Anche formare una pasta di olio di ricino e bicarbonato di sodio può essere d'aiuto. Applicare la sostanza con un bastoncino di cotone sulla zona interessata. 
    - Provate anche con del semplice succo di limone: la sua funzione antisettica aiuta nel trattamento dei fibromi penduli. 
    Immagine: Jmarchn/Wikimedia

  2. Macchie della vecchiaia: uno dei segni del tempo che compaiono sulla pelle sono quelle macchioline marroni che possono interessare un'area più o meno estesa. Si dice che una mistura di cipolla e aceto di sidro di mele, applicata due volte al giorno, possa aiutare: frullate la cipolla, filtratela e aggiungete l'aceto. 
    - Provate a mettere a bagno del riso nel latte per 20-30 minuti: gli antiossidanti e i composti volatili aiutano a far sparire le macchie sulla pelle. 
    Immagine: Invertzoo/Wikimedia

  3. Nei: le persone con molti nei sulla pelle dovrebbero concedersi regolarmente un bagno caldo con una tazza di bicarbonato di sodio, 1 tazza di sale marino, 6 gocce di olio essenziale di lavanda, e 3 di olio essenziale di incenso. 
    - Se avete dei nei particolarmente sporgenti, che possono essere soggetti a sfregamenti, preparate una mistura di semi di lino, olio di semi di lino e miele. L'azione antisettica curerà eventuali lesioni dei nei. 

  4. Punti neri: il bicarbonato di sodio è un toccasana per questo tipo di problema. Essendo un antisettico pulisce la pelle, neutralizza il pH, e suggerisce alla pelle di produrre meno sebo, e quindi di formare meno punti neri. Agisce anche da esfoliante ed è in grado di restituire una pelle morbida e liscia. Formate una pasta con bicarbonato ed acqua e lasciate agire sulla pelle per 10 minuti, poi risciacquate.
    - Fiocchi d'avena: non sono solo buoni a colazione ma fanno bene anche alla pelle. Eliminano le scorie incastrate nei pori, rendendo la pelle più pulita e liscia. Cuocete una porzioni di fiocchi d'aveva alla solita maniera, poi applicateli dove notate punti neri: lasciate per 10-20 minuti.
    - Limone: il limone può fare davvero tutto anche curare i punti neri. Dopo aver eliminato eventuale trucco dal volto, immergete un batuffolo di cotone nel succo e tamponatelo dove avete punti neri. Attenzione a non applicarlo se avete delle lesioni, anche piccole, sulla pelle!
    Immagine: Elecbullet/Wikimedia

  5. Verruche: l'azoto liquido è il rimedio per eliminare le verruche più datate e quelle più resistenti, ma se ne notate una in tempo potete provare con un rimedio naturale. Per curarle immergete un batuffolo di cotone nell'aceto di sidro di mele e lasciatelo aderente alla pelle.
    - Anche la buccia di banana può apportare benefici nella cura delle verruche: la parte bianca filamentosa contiene un enzima molto potente. Raccoglietela grattando la buccia con un cucchiaio e applicatela dove necessario. 
    Immagine: Steven Fruitsmaak/Wikimedia

Nonostante siano dei rimedi naturali vi consigliamo sempre di provare prima ad applicare una piccola quantità di mistura sulla pelle in modo da verificare eventuali allergie agli ingredienti!

Tags: UtiliSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie