Un team di ricercatori crea un super-conduttore energetico partendo dalle piante marine - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un team di ricercatori crea un super-conduttore…
Le 10 regole dei Marine per preparare la valigia perfetta Felici nella stessa casa di riposo: la promessa mantenuta di questa famiglia è una prova d'amore

Un team di ricercatori crea un super-conduttore energetico partendo dalle piante marine

16 Aprile 2017 • di Marco Renzi
6.363
Advertisement

Da molti anni gli studiosi guardano alle piante marine come ad una sterminata fonte di soluzioni alternative a problemi energetici e scientifici in generale.

Uno studio in particolare, condotto dal professor Dongjiang Yang, si è soffermato sulla possibilità di utilizzare la struttura delle alghe per condurre energia, aspetto questo che è diventato negli ultimi anni di grande importanza a causa dell'incremento nell'uso di dispositivi elettronici con relative batterie.

immagine: Wikipedia

Come afferma Yang, i materiali a base di carbonio sono quelli più utilizzati nel campo dello stoccaggio e della conversione di energia; lo scopo della ricerca era semplicemente ottenere questi materiali con il percorso più "verde" possibile.

Insieme ai ricercatori dell'Università di Qingdao in Cina e di Los Alamos National Laboratory negli USA, Yang ha tentato di ispirarsi guardando l'oceano, ipotizzando che la struttura delle alghe potesse fornire una soluzione rinnovabile ed efficace per la creazione di superconduttori (materiali che non fanno resistenza al passaggio della carica e non si surriscaldano).

Partendo dalle alghe sono state sintetizzate delle nanostrutture porose chiamate "a scatola d'uovo", che potete vedere nella figura dell'American Chemical Society.

Questa struttura è in grado di consegnare 625 milliampere-ora per grammo, mentre i tradizionali anodi di grafite soltanto 372. Ciò potrebbe ad esempio far raddoppiare la durata e l'efficienza delle batterie nelle auto elettriche.

Yang e il suo team avevano già presentato uno studio in questa direzione all'ACS Central Science nel 2015, ma da allora hanno compiuto enormi passi avanti soprattutto a causa dei repentini cambiamenti dei bisogni del mercato energetico. 

Advertisement
immagine: Wikipedia

Avreste mai immaginato che le alghe che vedete avvolte intorno al sushi potessero essere la soluzione a un problema così importante per il pianeta?

Tags: ScienzaGreen
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie