Scoperta la città romana di Ucetia: i mosaici trovati nel sud della Francia rivelano il suo splendore - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Scoperta la città romana di Ucetia:…
È un gioco che si fa spesso ai bambini, ma pochi sanno cosa provoca alle loro braccia Ecco perché non dovresti mai e poi mai lavare i piatti a mano

Scoperta la città romana di Ucetia: i mosaici trovati nel sud della Francia rivelano il suo splendore

12.312
Advertisement

Una scoperta eccezionale è stata messa a segno dall'Istituto Nazionale delle Ricerche Archeologiche Preventive francese (INRAP). Gli archeologi hanno portato alla luce un'antica cittadina romana di cui, fino ad oggi, si sapeva l'esistenza solo per delle incisioni trovate in una città vicina. Si tratta dell'insediamento di Ucetia, da cui prende nome l'odierno paese di Uzés, un comune di 8.755 abitanti situato a sud della Francia. Sono stati ritrovati alcuni edifici di estrema importanza archeologica dati gli splendidi mosaici, perfettamente conservati, contenuti al loro interno. Ecco le immagini di questa entusiasmante scoperta.

via: inrap.fr

Il sito archeologico si estende per 4000 metri quadrati. Tra le varie strutture, le più importanti sono due edifici di ampia metratura.

Uno di questi si estende per 250 metri quadrati: si pensa fosse una struttura pubblica dato il vasto colonnato.

Advertisement

Al suo interno prevalgono mosaici con motivi geometrici, tra cui svastiche, e pareti con decorazioni dipinte su intonaco a base di cemento.

Il mosaico più curioso raffigura un enorme rosone racchiuso in una forma quadrata, ai cui lati si dispongono un'anatra, un gufo, un'aquila e un cerbiatto.

Al momento sono state individuate solo 4 stanze della struttura pubblica: probabilmente le altre sono andate distrutte nel tempo.

Il secondo edificio invece costituiva una dimora urbana, ampia 500 metri quadrati. Qui sono stati rivenuti i dolia, enormi giare di terracotta per la conservazione del vino.

Probabiomente nell'antica città romana di Uzés si produceva del buon vino.

Il sito archeologico è di importanza centrale: qui vi sono reperti risalenti all'era Repubblicana (I secolo a.C) fino ai primi anni del Medioevo.

La scoperta è stata fatta durante i lavori di ristrutturazione di un edificio scolastico.

L'ennesima prova di quanto il popolo romano abbia lasciato un'impronta indelebile nella storia e su questo Pianeta!

Tags: RomaStoriaArcheologia
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie