Mangiare peperoncino fa vivere più a lungo: uno studio scopre che riduce del 13% la mortalità - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Mangiare peperoncino fa vivere più…
L'uomo sta attraversando una drammatica crisi riproduttiva. Indovinate a cosa è dovuta? Nike annuncia il lancio di un hijab sportivo per le atlete musulmane ed è subito polemica

Mangiare peperoncino fa vivere più a lungo: uno studio scopre che riduce del 13% la mortalità

14.397
Advertisement

Da qualche anno a questa parte il peperoncino è tornato a godere di una notevole popolarità: molti hanno provato a coltivarlo in casa grazie alla maggiore facilità con cui possono essere reperiti semi e piantine. Le varietà disponibili sono in commercio sono tantissime: in effetti il peperoncino è una spezia nota ed usata dalla notte dei tempi, e da allora incroci tra specie ne sono stati fatti a bizzeffe.

Habanero, habanero chocolate, Poblano, Amarillo... A prescindere di quale vi piaccia di più c'è una buona notizia per voi amanti del piccante: in base ad uno studio condotto dall'Università del Vermont consumare peperoncino allungherebbe la vita. 

L'uso di peperoncino rosso è associato ad una riduzione della mortalità del 13% per malattie cardiovascolari e ictus.

immagine: pixabay.com

Questi cornetti rossi sarebbero quindi decisivi per l'allungamento della vita: la chiave si trova nella degradazione dei lipidi ad opera proprio dei peperoncini, proteggendo dall'ipercolesterolemia, dall'obesità, dal diabete di tipo 2 e dalle malattie cardiovascolari e aterosclerotiche. 

Hanno anche un'azione antimicrobica nei confronti di funghi e batteri che possono alterare la flora intestinale e determinare l'insorgenza di malattie metaboliche. 

Lo studio dell'Università del Vermont ha preso in esame un campione di volontari che hanno partecipato ad una ricerca durata dal 1988 al 1994. 

Il risultato a cui sono giunti i ricercatori è ben delineato: gli adulti che consumavano peperoncino rosso avevano un rischio di morte più basso del 13%, rispetto a coloro che normalmente non ne facevano uso. 

L'esito dello studio necessita sicuramente di ulteriori approfondimenti ma potrebbe essere presto realtà sentirsi raccomandare dagli specialisti dell'alimentazione di mangiare peperoncino! 

Tags: CiboUtiliSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie