Tutti commettiamo questi 13 sbagli nell'arco di una giornata - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Tutti commettiamo questi 13 sbagli nell'arco…
A 5 anni si perde tra la folla alla stazione: dopo 25 anni di ricerche riesce a ritrovare la sua famiglia Alcuni esilaranti

Tutti commettiamo questi 13 sbagli nell'arco di una giornata

09 Marzo 2017 • di Claudia Melucci
18.226
Advertisement

Se doveste giudicare la vostra routine quotidiana, che voto dareste? Probabilmente gran parte sarebbero delle insufficienze, perché nella vita di tutti i giorni è difficile condurre uno stile di vita sano e regolare, come ci proponiamo di tanto in tanto. L'importante però è prendere atto del fatto che la routine è la vita stessa ed avere una routine sbagliata equivale a vivere in maniera sregolata. Alcune delle abitudini sbagliate si individuano facilmente, altre invece sono più subdole. La maggior parte delle persone commette 13 errori ogni giorno: anche voi? 

Ore 6.30: rimandare la sveglia

Secondo gli specialisti del sonno, le sveglie con la funzione "postponi" non sono per niente buone: rimandando la sveglia si entra in un nuovo ciclo di sonno che inevitabilmente non verrà portato a termine (ammenoché non la si sposti di un paio d'ore): il risultato è che ci si sveglia più stanchi invece che più riposati. 

L'importante è prevenire più che curare: invece di rimediare la mattina stessa, cercate di non togliere tempo al sonno. Individuate un orario in cui andare a dormire la sera per svegliarsi al mattino riposati.

Ore 7.00: controllare le email appena svegli.

immagine: pexels.com

Se dormite con il cellulare sul comodino, probabilmente prima di scendere dal letto controllerete le email in arrivo. È un errore, in questo modo si inizia nel peggiore dei modi la giornata.

Meglio aspettare un'ora dal risveglio per accedere alla posta elettronica: come dice l'autrice Julie Morgenstern, ci sono davvero poche cose che non possono attendere 59 minuti! 

Advertisement

Ore 7.45: bere il caffè mentre ti prepari per uscire.

Se pensi che senza caffè non riesce ad attivarti ti sbagli, e la spiegazione è la biologia del nostro corpo. 

Tra le 8 e le 9 del mattino l'organismo produce naturalmente cortisolo, un ormone che regola l'energia. Se si beve caffè in questa fascia oraria il corpo si adatterà a produrre meno cortisolo, creando il problema della stanchezza che si cerca invece di combattere. 

Ore 8.00: saltare la colazione.

immagine: pexels.com

Non sottovalutate la colazione. È il pasto più importante della giornata, quello che attiva il metabolismo e che garantisce energia e concentrazione per tutto il giorno. Saltando la colazione si rischia di essere perennemente stanchi, irritabili e poco produttivi. 

Ore 9.45: arrivare tardi in ufficio e recuperare con ore di straordinari.

immagine: pexels.com

Potrebbe essere un pregiudizio, ma per per i datori di lavoro i dipendenti che arrivano tardi a lavoro sono anche i meno affidabili, e non conta se programmate di rimanere più a lungo in ufficio. Cercate di essere puntuali e, meglio ancora, leggermente in anticipo. 

Advertisement

Ore 9.50: iniziare la giornata svolgendo i compiti più facili.

Ognuno di noi è diverso sotto il punto di vista della gestione della fatica, ma possono comunque capitare momenti di stanchezza o anche subentri di impegni più importanti: per questi motivi è sempre bene sbrigare i lavori più impegnativi e lasciare alla fine quelli più leggeri, da poter completare anche all'ultimo momento. 

Molti chiamano questo approccio "mangia la rana", in riferimento ad una citazione di Mark Twain che disse: "Se mangi una rana al mattino non ti succederà niente di peggio tutto il resto della giornata". 

Ore 11.00: evitare la posta in arrivo.

immagine: pexels.com

La posta elettronica si può rivelare una vera trappola per topi e per quanto possa essere uno strumento indispensabile, è bene imporsi delle regole e un metodo per il suo utilizzo. 

Se normalmente ricevete un numero elevato di messaggi, convincetevi che rispondere a tutti ogni giorno non sarà possibile: fate una cernita delle mail più importanti. Per il resto è bene comprendere che il contenuto dei messaggi tornerà sotto una nuova forma, un'altra mail o una telefonata. Non preoccupatevi se non riuscite a dare un cenno di risposta a tutti. 

Advertisement

Ore 13.00: pranzare alla scrivania.

immagine: Zarani aka Vanitea

Ci sono diverse spiegazioni che scoraggiano questa abitudine. Prima di tutto potrebbe dar fastidio ai colleghi vicino, sia il rumore della masticazione sia eventuali odori. Inoltre la pausa pranzo è un momento molto importante della giornata per recuperare le forze e le energie: cambiare ambientazione e compagnia aiuta a tornare a lavoro con volontà e determinazione.

Da non sottovalutare inoltre che è l'occasione giusta per stringere i rapporti con i colleghi di lavoro. 

Ore 14.30: ascoltare musica.

immagine: pexels.com

Sebbene tu ti senta meglio quando indossi le cuffiette, la tua produzione subisce un netto calo: ad affermarlo è il neuroscienziato e musicista Dianel Levitin, che specifica che a risentirne sono in particolare le attività intellettive (leggere e scrivere). Sono un'eccezione le attività ripetitive e meccaniche come ad esempio le mansioni in fabbrica. 

Advertisement

Ore 18.30: saltare la palestra.

immagine: pexels.com

Tutti a fine giornata abbiamo solo voglia di indossare le ciabatte e rilassarci stando in casa: ma se prima di sprofondare sul divano c'è un'ora di attività fisica a ringraziarci saranno il corpo e la mente. I benefici della palestra sono molteplici, come ossa forti, minore probabilità di sviluppare forme depressive e patologie cardiache e facilità nel perdere peso. 

Segnatevi in palestra e vedrete, alla fine vi godrete l'esperienza. Diventerà un momento centrale della vostra giornata, senza il quale vi sentirete incompleti. 

Ore 21.30: cenare troppo tardi.

Mangiare tardi interferisce negativamente sulla qualità del sonno e sulla capacità di perdere peso. Alla luce di questo evitate di mangiare troppo tardi la sera e, se proprio dovete, di ridurre le quantità e di scegliere cibi facilmente digeribili. 

La regola è smettere di mangiare 3 ore prima di coricarsi: se andate a dormire alle 23 dovete finire di cenare alle 20. 

Ore 22.00: passare tutte le sere sui social media.

Scorrere la bacheca di Facebook e navigare sulle altre piattaforme social può sembrarci rilassante ma no lo è affatto. 

Una ricerca ha scoperto che l'uso passivo dei social, ovvero senza la pubblicazione dei contenuti e l'interazione con gli altri post, può facilmente metterci di cattivo umore in quanto si attivano meccanismi inconsci di invidia e curiosità. 

Ore 23.00: controllare le email prima di andare a letto.

immagine: m01229/Flickr

Qualsiasi uso di qualunque dispositivo tecnologico è interdetto nei momenti prima di andare a letto: il problema è la luce blu emessa da tali strumenti che inficiano la qualità del sonno. Se hai difficoltà ad abbandonare il cellulare prima di chiudere gli occhi, prova a seguire il consiglio dell'autrice Laura Vanderkam: sostituisci l'abitudine sbagliata con qualcos'altro, come una telefonata ad un amico, la preparazione di una tisana o la lettura di qualche capitolo di un libro. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie