In questo museo giapponese sono conservati 1700 sassi: il motivo? Guardateli più da vicino! - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
In questo museo giapponese sono conservati…
Ecco alcuni tra i peggiori maglioni degli anni '80: ti vergognerai di averli indossati! La moda che uccideva: ecco i veleni inconsapevolmente usati nella sartoria vittoriana

In questo museo giapponese sono conservati 1700 sassi: il motivo? Guardateli più da vicino!

10.155
Advertisement

Chichibu è una città giapponese distante un paio di ore di auto da Tokyo. Qui è presente un museo unico nel suo genere, che ha preso vita da una bizzarra passione del suo fondatore. In questa struttura sono conservate 1.700 rocce a forma di faccia. I visitatori che raggiungono il museo possono divertirsi e rimanere stupiti dalla somiglianza dei sassi a volti reali, anche di personaggi famosi! Tutte le pietre appartengono ad un uomo con un passatempo decisamente fuori dal comune...

Il museo si chiama Chinsekikan, che significa salone delle facce curiose: qui sono custodite 1700 rocce che hanno le sembianze di un volto umano.

Molte non hanno il nome del corrispettivo umano: i visitatori possono divertirsi ad individuare a chi assomigliano.

Advertisement

Lo riconoscete? Lui è il "Re del Rock", Elvis Presley!

Le pietre appartengono a Shozo Hayama: ha impiegato 50 anni per collezionarle tutte durante le sue passeggiate.

Oggi il museo è gestito dalla vedova Yoshiko Hayama.

Il museo ha una gestione privata pertanto in caso di visita è preferibile contattare la segreteria per accertarsi dell'effettiva apertura.

La collezione di queste rocce è l'ennesima prova di quanto la Natura sia involontariamente artista.

Ovviamente per trovare divertimento all'interno del museo è necessario essere forniti di una spiccata fantasia!

Nel museo sono conservate anche le versioni "rocciose" di protagonisti di film d'animazione, come il pesciolino Nemo e l'extraterrestre E.T.

Immaginate solo quanto tempo ha trascorso Shozo Hayama per trovare ben 1700 sassi a forma di faccia!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie