Questo fotografo ci fa vedere cosa significa avere 16 mesi di paternità... e in Svezia è già realtà - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questo fotografo ci fa vedere cosa significa…
Da 3 anni cuce A MANO peluche per i bambini ricoverati: ecco un bambino fuori dal comune Gira per la città e fotografa gli animali: ecco il bellissimo risultato della sua opera

Questo fotografo ci fa vedere cosa significa avere 16 mesi di paternità... e in Svezia è già realtà

18 Novembre 2016 • di Claudia Melucci
22.062
Advertisement

Johan Bävman è un talentuoso fotografo svedese, che ha lavorato anche per Sydsvenskan, uno dei più importanti giornali della Svezia. È lui l'autore delle foto che vi mostriamo in questo articolo: il suo ultimo progetto si chiama "Swedish Dad" e l'intento è quello di mostrare al mondo la politica adottata dal suo paese nei confronti della paternità. Quando ha avuto il suo primo figlio, 3 anni fa, Johan si è trovato davanti ad una realtà fino ad allora a lui sconosciuta ed ha deciso di conoscere a fondo quali sono i vantaggi che la Svezia offre alle nuove famiglie, e in particolare ai neo papà. 

Approfittiamo delle bellissime foto di questo progetto per informarvi dei 10 motivi per cui il governo svedese è particolarmente "family-friendly". 

via: ufunk.net

1. Iniziamo dalle mamme.

immagine: johanbavman.se

Prima del parto, le donne ricevono gratuitamente una particolare assistenza: vengono proposti corsi di respirazione e di ginnastica per essere pronte al grande momento. 

Le donne che hanno impieghi ad alto rischio (in laboratori chimici ad esempio) o di sforzo fisico, hanno una riduzione sulle ore lavorative durante tutta la gravidanza.

immagine: johanbavman.se

Ricevono anche degli aiuti economici a partire dal secondo mese di gravidanza fino ad 11 giorni dopo il parto. L'importo che viene percepito è pari all'80% della paga giornaliera stabilita dal contratto di lavoro. Le somme vengono elargite dalla  Swedish Social Insurance Agency

In prossimità degli ospedali svedesi sono presenti delle strutture alberghiere a pensione completa, in cui le neo mamme possono rimanere dopo il parto insieme al proprio partner anche dopo le dimissioni.. Qui ricevono comunque tutte le assistenze da parte degli infermieri. 

Advertisement

2. Congedi parentali. La Svezia ha delle leggi uniche in materia, da far indivia al resto degli europei.

immagine: johanbavman.se

In Svezia i genitori, (sia il papà che la mamma!) hanno diritto a ben 480 giorni di ferie nel caso di una nascita o di un'adozione. Il numero dei giorni è di gran lunga superiore agli standard europei, ed è probabilmente il vantaggio principale per cui questo paese è considerato il più family-friendly. 

immagine: johanbavman.se

Per 390 giorni i genitori ricevono l'80% della normale paga giornaliera. I restanti 90 giorni hanno un pagamento forfettario. La particolarità è che anche chi non ha un'occupazione riceve la retribuzione per il congedo parentale. 

Non è finita qui: cosa accade dopo i 480 giorni, ovvero 16 mesi? Successivamente i lavoratori hanno comunque diritto ad una riduzione dell'orario di lavoro pari al 25% fino al compimento dell'ottavo anno di età del figlio, anche se la retribuzione mensile è relativa esclusivamente alle ore di presenza effettive. 

3. La Svezia? la patria delle mamme e dei papà.

immagine: johanbavman.se

Girando per la città è facile incontrare numerosi papà che spingono carrozzine per le strade, o che siedono nei caffè per una bevanda calda mentre allattano uno o più figli contemporaneamente. 

Per garantire l'uguaglianza di genere, in Svezia sia la mamma che il papà hanno diritto ad un periodo di congedo che va dai 240 giorni ai 480 giorni. 

Advertisement
immagine: johanbavman.se

Oggi i papà svedesi prendono soltanto un quarto del periodo di ferie messo a disposizione. Alla luce di ciò il governo intende fare di tutto per spingere i neo papà ad assistere i bambini e permettere alle mamme di riprendere velocemente la vita lavorativa: per questo motivo saranno previsti dei bonus aggiuntivi per le famiglie che dividono in modo uguale le ferie dei papà e delle mamme. 

4. Assegno mensile per i figli.

immagine: johanbavman.se

A parte la retribuzione delle ferie parentali è previsto un assegno mensile fino al compimento del 16esimo anno di età dei figli. L'importo del mensile è proporzionale al numero di bambini a carico. 

Questi soldi non saranno spesi per lo studio dei figli: il sistema scolastico è totalmente gratuito! 

Advertisement

5. Educazione scolastica garantita.

immagine: johanbavman.se

Le scuole d'infanzia sono a pagamento, ma il costo mensile è minimo in modo da permettere alle famiglie di segnare i proprio figli ai nidi senza gravare troppo sullo stipendio.

 

immagine: johanbavman.se

L'educazione della scuola primaria e secondaria è gratuita così come i pasti alla mensa. 

Anche gli studi universitari sono gratuiti, e lo sono anche per gli studenti esteri appartenenti alla comunità europea. 

Advertisement

6. Anche il servizio sanitario è praticamente gratuito.

immagine: johanbavman.se

Fino all'età di 20 anni, i cittadini svedesi possono godere di assistenza medica, inclusa quella odontoiatrica, essenzialmente gratuita, anche se lievi differenze possono dipendere da comune a comune. Ai bambini viene prescritta gratuitamente vitamina D fino a 2 anni, a causa delle particolari condizioni climatiche. 

 

immagine: johanbavman.se

Dopo i 20 anni, le visite specialistiche hanno un costo massimo di circa 35€. Se in 12 mesi vengono versati 112€ di tasse dovute allo stato, si ha diritto ad un anno di assistenza medica gratuita. 

In caso di malattia il datore di lavoro elargisce una paga pari all'80% del compenso giornaliero, successivamente al primo giorno di assenza. 

7. Autobus gratuiti, tutti dotati di rampa per disabili.

immagine: johanbavman.se

Tutti i trasporti pubblici e gli edifici sono dotati di ingressi per disabili. Nelle città più grandi le persone che spingono il proprio figlio in carrozzina, e il disabile stesso, salgono gratuitamente su tutti i bus, usando le ampie porte centrali dedicate. 

8. Prezzi bassi sui libri per bambini e librerie specifiche per loro.

immagine: johanbavman.se

In Svezia la cultura letteraria è molto sentita ed uno dei passatempi più comuni per intrattenere i bambini è la lettura. 

9. Aree pubbliche baby-friendly.

immagine: johanbavman.se

Nelle città svedesi sono presenti molti impianti di gioco per bambini, dotati anche di strutture adatti a bambini in carrozzina. I centri commerciali, così come le sale d'aspetto di qualsiasi tipologia, sono dotate di una sala in cui sono presenti baby-sitter che tengono occupati i più piccoli mentre i genitori sbrigano i loro impegni. Cambiare il pannolino non è un problema: qualsiasi esercizio ha a disposizione un angolo dove si può anche allattare. 

10. Permessi lavorativi per prendersi cura dei figli.

immagine: johanbavman.se

La maggior parte dei luoghi di lavoro svedesi sono molto flessibili e comprensivi nei confronti dei dipendenti genitori. Se uno di loro ha necessità di uscire prima per prendere da scuola il figlio malato o di assisterlo per qualche giorno, la paga prevista ammonta sempre all'80%. 

Questa temporanea assenza si può estendere fino a 120 giorni per bambini al di sotto di 12 anni. È necessario fornire un certificato medico che attesti la reale convalescenza. 

Per malattie importanti per cui l'assistenza richiede un maggiore impegno, le famiglie possono anche richiedere un supplemento economico. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie