I ricercatori olandesi mettono a punto il primo asfalto che "Mangia" lo smog: ecco come funziona - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I ricercatori olandesi mettono a punto…
Questa moschea sembra uguale alle altre, ma aspettate di entrare al suo interno... Una semplice idea per una patologia diffusissima: ecco il pesciolino di ferro... con i superpoteri

I ricercatori olandesi mettono a punto il primo asfalto che "Mangia" lo smog: ecco come funziona

09 Ottobre 2016 • di Silvia Ricciardi
6.121
Advertisement

E se lo smog, l'aria più che inquinata delle aree urbane, potesse essere drasticamente ridotto grazie ad una portentosa invenzione? Quale cittadino non ne sarebbe entusiasta. E se vi dicessimo che degli scienziati olandesi hanno fatto molto di più, inventandosi un tipo di manto stradale capace di inghiottire lo smog?

Accade in Olanda dove alcuni scienziati della Eindhoven University of Technology hanno trovato il modo di ridurre l'inquinamento trattando il manto stradale con dell'ossido di titanio.

Grazie a questa sensazionale scoperta di alcuni scienziati olandesi lo smog potrà essere facilmente ridotto.

immagine: wikipedia

Controlli dimostrano che lo speciale manto stadale "fotocatalitico" è capace di inghiottire metà dello smog nell'aria.

immagine: flickr

Trattando il pavimento con ossido di titanio, questo sembra "estrarre" ossido di nitrogeno dall'aria trasformandolo in elementi chimici meno inquinanti, come i nitrati. Tutto ciò è stato pubblicato in uno studio sul Journal of Hazardous Materials.

Advertisement

Nella sola città di Hengelo è stata provata una riduzione del 45% dello smog in condizioni ideali e del 19% in un giorno.

immagine: flickr

Una tecnologia simile era stata studiata nel 2008 dalla compagnia italiana Italcementi, ma è tornata alla luce grazie a questi nuovi esperimenti.

Non è certo una soluzione definitiva al problema dell'inquinamento, ma potrebbe affiancare con successo tutte le altre iniziative in tal senso. Staremo a vedere!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie