La Transiberiana d'Italia: ecco il treno d'epoca che viaggia tra borghi dimenticati e una natura spettacolare - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La Transiberiana d'Italia: ecco il treno…
Stress eccessivo? Ecco 10 segnali che il corpo ti invia per metterti in allarme Due gemelle si sottopongono alla terapia per diventare uomini sfidando i pregiudizi: ecco le immagini del prima e del dopo

La Transiberiana d'Italia: ecco il treno d'epoca che viaggia tra borghi dimenticati e una natura spettacolare

34.145
Advertisement

Viaggiare nel tempo è possibile ma soltanto in Italia e a bordo di una locomotiva! Ovviamente non siamo impazziti e non stiamo parlando di quel tipo di viaggi temporali resi famosi dalla letteratura e dalla cinematografia, ci riferiamo semplicemente a una ferrovia rimasta ferma al 1897 ancora funzionante. È la "Transiberiana d'Italia", una locomotiva d'epoca che si snoda tra montagne innevate, paesaggi mozzafiato e paesini dimenticati in una parte d'Italia che probabilmente in molti non conoscono...

Esiste un posto in Italia fuori dal mondo si tratta di un convoglio d'epoca che "viaggia nel tempo" attraversando parchi nazionali, paesini dimenticati, montagne innevate lungo 128 Km tra Abruzzo e Molise. Si chiama la "Transiberiana d'Italia" proprio perché, anche se in piccolo, ricorda la celebre ferrovia della tratta Mosca - Vladivostok soprattutto nei mesi invernali quando il paesaggio che si ammira dal finestrino è completamente innevato.

Questa strada ferrata inaugurata nel 1897 copriva la tratta Sulmona - Carpinone - Isernia e collegava Abruzzo e Molise passando da un altezza collinare fino a un dislivello di circa 1200 m! Gli ultimi chilometri che separano Carpinone e Isernia sono tutt'ora aperti al traffico ferroviario, mentre il resto della ferrovia è percorso da qualche anno soltanto dai treni storici. Questo è stato reso possibile grazie alla collaborazione nata tra Fondazione delle Ferrovie dello Stato, che ha inserito questa tratta tra le Ferrovie senza tempo, e l'associazione culturale Le Rotaie.

 

Questa ferrovia non è soltanto un viaggio nel passato circondati da paesaggi mozzafiato, rappresenta anche un'opera ingegneristica di elevata fattura. Oltre al continuo dislivello in pochi centinaia di chilometri, il percorso è molto tortuoso e lungo il tragitto si attraversano circa 50 gallerie, tra cui la più lunga che misura 3 Km! Ci si imbatte anche in  cavalcavia d'epoca, ponti sospesi nel vuoto, acquedotti e tutta una serie di bellezze naturali e ingegneristiche che fanno scoprire un lato nascosto dell'Italia

Advertisement

A seconda delle stagioni sono organizzati diversi percorsi tematici a bordo di una locomotiva del 1920 che fa tappa in diverse località di Abruzzo e Molise, un'occasione per riscoprire la cultura popolare e gastronomica di questi luoghi attraverso stand e iniziative di ogni genere. In inverno i "treni della neve" portano nei mercatini di Natale organizzati nei paesi, mentre in primavera ed estate quando il bianco lascia spazio al verde è possibile scoprire nuovi volti naturalistici di questi splendidi luoghi. 

L'obiettivo con cui è nata questa iniziativa era quello di non far morire una ferrovia storica e importante come questa e di darle una nuova rilevanza a livello turistico e, visti i risultati, possiamo dire che ci sono largamente riusciti! Gli itinerari cambiano ogni mese a seconda della stagione e del clima ma forniscono ogni volta delle emozioni diverse! I posti ovviamente sono numerati ed è possibile prenotarsi per uno dei numerosi eventi sul sito dell'associazione Le Rotaie

Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie