Inizia a scavare per riparare le tubature del bagno e scopre un tesoro di storia e archeologia - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Inizia a scavare per riparare le tubature…
5 paradossi che ti manderanno in tilt il cervello Ritrovata su una spiaggia una bottiglia di plastica di 50 anni fa: per l'ambiente è una pessima notizia

Inizia a scavare per riparare le tubature del bagno e scopre un tesoro di storia e archeologia

18.077
Advertisement

La storia incredibile che vi stiamo per raccontare si è svolta nel sud dell'Italia, precisamente nella città di Lecce, molto nota non solo per le bellezze naturalistiche che la circondano ma anche per il preziosissimo patrimonio storico-artistico, accumulato in secoli di invasioni e stanziamenti di popoli differenti.

Protagonista è Luciano Faggiano, proprietario di una casa nel centro della città. Era il 2000 quando l'uomo decise di avviare una trattoria nel piano terra della sua abitazione e, in fase di lavori, volle sistemare quella che sembrava una perdita idrica sotto il pavimento. Chiamò perciò a raccolta i suoi due figli, chiedendo loro di prestarsi ad aiutarlo per circa una settimana. Nessuno immaginava la portata dell'impresa che stavano per compiere.

Non appena iniziarono a scavare al di sotto del pavimento, scoprirono che ce n'era un altro sottostante, che poi si scoprirà essere di età medievale. Al di sotto di questo, l'insolito gruppo di archeologi scoprì uno stanziamento dei Messapi, antica civiltà indoeuropea di epoca pre-romana.

Per qualche ragione, l'uomo non rivelò subito ciò che aveva scoperto nella casa. Le autorità furono infatti avvertite dai vicini di casa, insospettiti dalla quantità di macerie e dal prolungamento inusuale dei lavori. Come è ovvio, il Ministero dei Beni Culturali ordinò l'immediata interruzione degli scavi, affinché fossero supervisionati da personale competente.

Advertisement

Dopo circa un anno di pausa si riprese a scavare, stavolta alla presenza della Sovrintendenza archeologica. I lavori di ricerca e restauro andarono avanti fino al 2007, e portarono alla luce numerosi reperti.

Oltre ai reperti dei Messapi e alle strutture medievali, venne fuori una cisterna romana per la raccolta del grano, una stanza appartenente ad un convento francescano del 1600, ed innumerevoli oggetti preziosi, come vasellame, gioielli e dipinti dell'epoca dei Templari.

Nel 2008 la casa divenne un bellissimo museo che prese il nome dal suo proprietario. Al suo interno i visitatori possono esplorare una serie di scalinate e stanze che li accompagnano tra le varie epoche storiche.

La storia del Museo Faggiano, così curiosa ed affascinante da conquistarsi la prima pagina del New York Times, ci ricorda che esiste un patrimonio inestimabile che giace sotto i nostri piedi, e che attende solo di essere svelato.

Vi consigliamo di dare uno sguardo al sito web del museo e alla galleria fotografica... ne vale davvero la pena!

Advertisement
Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie