10 Luoghi Sinistri Che Ancora Non Sono Stati Infestati Dai Turisti - Curioctopus.guru
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
10 Luoghi Sinistri Che Ancora Non Sono…
Se il tuo smartphone ha questi comportamenti inusuali, allora potrebbe essere spiato da qualcuno La curiosa e tragica storia dell'uomo affetto da acromegalia, che ha ispirato il personaggio di Shrek

10 Luoghi Sinistri Che Ancora Non Sono Stati Infestati Dai Turisti

4.955
Advertisement

Avete presente i tipici posti paradisiaci invasi dal turismo che vengono sponsorizzati tramite pubblicità, cartoline, blog e social network? Beh, dimenticateveli. I luoghi presentati all'interno di questo articolo sono tutt'altro che paradisiaci, tutt'altro che invasi dai turisti e tutt'altro che strapubblicizzati: si sta parlando di posti dall'aria nefasta e che appaiono pervasi più da spiriti maligni che da orde entusiaste di turisti, ma i quali sanno esercitare una singolare attrattiva e un irresistibile fascino.

1. L'ossario di Sedlec (Repubblica Ceca)

Sedlec è una frazione di Kutná Hora, città della Repubblica Ceca, in cui sorge un luogo a dir poco spettrale: si tratta di un'abbazia adornata con le ossa di 40.000 salme ivi precedentemente seppellite.

La storia si riallaccia ad una vicenda avvenuta nel XIV secolo, quando un abate allora in carica, tornato da un pellegrinaggio in Terra Santa, decise di disseminare per l'abbazia della terra proveniente dal Golgota; da quel giorno, ritenendo il luogo sacro, quasi tutti gli abitanti del luogo vollero essere sepolti all'interno dell'abbazia, producendo un soprannumero che venne sfruttato da Frantisek Rint, un intagliatore di legno, in modo da decorare gli interni della struttura in un modo terrificante ma unico.

Advertisement

2. Il Parco delle Sculture di Veijo Rönkkönen (Finlandia)

Tra il 1960 e il 2010 l'artista finlandese Veijo Rönkkönen si adoperò per la realizzazione di circa cinquecento statue: si tratta di raffigurazioni grottesche di persone caratterizzate da lunghi arti, teste enormi, sguardi inquietanti e sorrisi a dir poco sinistri. Ritenuto una persona strana, estremamente timida ed isolata, Rönkkönen sembrerebbe aver prodotto queste statue avendo l'intenzione di realizzare degli autoritratti, oltre che utilizzando molto spesso veri denti umani.

Le spaventose creazioni di Rönkkönen, collezionate a Parikalla all'interno del cortile dell'artista, danno vita ad uno dei luoghi più misteriosi e terrificanti del mondo.

3. Le Catacombe dei Cappuccini di Palermo (Sicilia)

Nei sotterranei del Convento dei Cappuccini di Palermo si snodano forse le più curiose catacombe di sempre: i resti di circa 8.000 persone vissute tra il XVIII e il XIX secolo, esposti lungo tutte le catacombe dei Cappuccini, rendono l'atmosfera del luogo agghiacciante.

Advertisement

Si dice che un ubriaco una volta scese nelle catacombe inconsapevolmente e, ripresosi dalla sbornia, si spaventò a tal punto da impazzire ed essere ricoverato in un manicomio. Ad ogni modo, per chiunque avesse intenzione di passare a dare un'occhiata, le catacombe sono aperte al pubblico tutti i giorni eccetto la domenica.

4. Le bare sospese di Sagada (Filippine)

A Sagada, nelle Filippine, vige l'usanza di appendere le bare alle pareti rocciose. Soltanto le persone che hanno condotto una vita ragguardevole e che siano sposate e con nipoti possono beneficiare di una tale "sepoltura", poiché è credenza del luogo che le bare più distanti dal terreno contengano gli spiriti più vicini al cielo.

Advertisement

5. L'ospedale militare abbandonato di Beelitz-Heilstätten (Germania)

L'ospedale di Beelitz-Heilstätten fu adibito ad ospedale militare in occasione della Prima Guerra Mondiale e tra i tanti feriti di guerra ospitò anche il giovane Adolf Hitler (ferito nella battaglia della Somme, 1916). Ad oggi il luogo è perlopiù abbandonato - alcuni reparti, tuttavia, vengono utilizzati come centri di riabilitazione neurologica.

Da quando è stato abbandonato, l'ospedale di Beelitz-Heilstätten è divenuto un luogo particolarmente inquietante, in grado di attirare l'attenzione dei più incalliti appassionati del brivido e dell'horror. Se siete interessati a provare l'ebbrezza di una visita al sinistro Beelitz-Heilstätten, vi basterà sapere che dista poco più di 30 km da Berlino.

Advertisement

6. Il Cristo degli Abissi di San Fruttuoso (Liguria)

Nel 1947 Dario Gonzatti, uno dei primi esploratori subacquei italiani, perse la vita durante un'immersione nella Baia di San Fruttuoso, nei pressi della cittadina di Camogli. In suo onore, l'amico e collega Duilio Marcante (padre della didattica subacquea italiana) fece costruire sott'acqua, nel punto esatto in cui Gonzatti perse la vita, una statua di 8 metri raffigurante Gesù Cristo a braccia aperte verso il cielo. Nonostante l'effigie, la statua suscita un misto di sacralità, inquietudine e terrore; in particolare quest'ultimo effetto sembra essere rafforzato dalle alghe, dalla corrosione e dai molluschi che contaminano la scultura. Se vi interessa questo tipo di esperienza, sappiate che basta una maschera e un po' di coraggio per ammirare la statua!

7. L'Isola delle Bambole (Messico)

A non molti chilometri da Città del Messico si trova un posto incredibile: si tratta di un'oscura e terrificante isola totalmente invasa da bambole. Secondo la leggenda una bimba annegò nelle acque dell'isola e il padre, dopo aver ritrovato una bambola nello stesso punto in cui la figlia aveva perso la vita, iniziò a credere che l'anima di questa bambina si fosse spostata all'interno della bambola.

Ossessionato da questa convinzione, l'uomo portò sull'isola tutte le bambole che poté, sperando di conservare gli spiriti delle persone scomparse; tale ossessione lo spinse addirittura ad abbandonare la famiglia e a trasferirsi sull'isola, dove costruì una piccola casa in legno. Ad oggi è possibile alloggiare all'interno di questa singolare dimora, tenendo a mente però che la presenza delle bambole potrebbe ostacolare non poco il sonno durante la notte.

8. Haw Par Villa (Singapore)

immagine: Lds/ Wikimedia

Concepito più o meno secondo lo stesso principio di contrappasso vigente nell'Inferno dantesco, il parco tematico di Haw Par Villa, a Singapore, è stato concepito per un preciso scopo educativo: le scene raffigurano le punizioni ultraterrene relative ad ogni azione negativa effettuata sulla terra, in modo da far giungere ai bambini alcuni importanti insegnamenti morali.

Ad ogni modo, il parco ha nel tempo conquistato la fama di luogo spaventoso, anche se non tutte le raffigurazioni presenti al suo interno risultano così tremende. Certamente Haw Park Villa è un posto magico che andrebbe visto almeno una volta nella vita, considerando anche la gratuità dell'ingresso.

Se questi posti hanno suscitato la vostra curiosità, non esitate a visitarli: potrebbero trasformarsi in uniche ed incredibili esperienze!

Tags: CuriosiLuoghi
Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie